Futures Usa sulla difensiva aspettando Bernanke e sfilza di dati

15 Ottobre 2010, di Redazione Wall Street Italia

Quando manca un’ora e mezzo all’avvio delle contrattazioni i futures Usa viaggiano leggermente sotto i livelli di parita’, (vedi quotazioni a fondo pagina), preannunciando una partenza negativa.

Il mercato perde lievemente terreno dopo la pubblicazione degli utili del gigante industriale General Electric. Bene invece i conti di Google, che ha battuto le attese degli analisti.

Gli occhi sono puntati sul discorso che Bernanke terra’ alle 14:15 italiane alla conferenza annuale della Fed di Boston. I trader cercheranno conferme circa il piano di allentamento monetario che la banca centrale sembra pronta ad annunciare in occasione della prossima riunione di inizio novembre.

L’obiettivo di Bernanke & Co. e’ rivatilizzare un’economia che fatica a recuperare dalla piu’ grave crisi dal Dopoguerra e tenere a distanza di sicurezza la minaccia dell’inflazione.

General Electric ha riportato un fatturato in calo del 5% a quota $35.89 miliardi. Gli analisti avevano previsto un risultato di $37.43 miliardi. I titoli cedono il passo nel preborsa.

Sul fronte macro gli appuntamenti di rilievo non mancano: la lettura del CPI di settembre e delle vendite al dettaglio sono attese alle 14.30 italiane. Alla stessa ora si conoscera’ anche l’indice Empire State, misura dell’attivita’ manifatturiera regionale dell’area di New York.

Alle 16 italiane si conosceranno gli aggiornamenti sulle scorte di magazzino e la fiducia dei consumatori a cura dell’Universita’ del Michigan. Gli economisti scommettono su un rialzo dello 0.2% dei prezzi al consumo e un progresso dello 0.5% delle vendite al dettaglio.

Sugli altri mercati, nel comparto energetico, i futures sul petrolio con consegna novembre cedono lo 0.3% a quota $82.44 il barile. Il derivato con scadenza dicembre dell’oro segna un +0.09% a $1378.90 l’oncia. Sul fronte valutario l’euro guadagna lo 0.38% a quota $1.4139. Quanto ai Treasury, il rendimento sul decennale registra un ribasso di 1.3 punti base attestandosi al 2.490%.

Alle 14:00 (le 8:00 ora di New York) il contratto future sull’indice S&P500 scambia in ribasso di 2.50 punti (-0.21%) a quota 1171.

Il contratto sull’indice Nasdaq 100 e’ piatto a 2062.

Il contratto sull’indice Dow Jones registra un -19 punti a quota 11033 (-0.17%).