FUTURES USA POSITIVI, FOCUS SULLE AUTO

2 Marzo 2010, di Redazione Wall Street Italia

Si preannuncia un avvio di seduta positivo per Wall Street. Ad un’ora e mezza dall’avvio degli scambi, i contratti sui principali indici borsistici scambiano con incrementi di circa lo 0.4% all’indomani di un ritrovato entusiasmo legato agli annunci di fusioni e acquisizioni e ad alcuni dati macro(vedi quotazioni a fondo pagina).

Sul primo fronte, nemmeno oggi mancano le notizie. Il gruppo chimico Terra Industries avanza del 12% nel pre-mercato dopo che la rivale CF Industries ha lanciato un’offerta d’acquisto mettendo sul piatto $47.70 per azione. Il titolo di quest’ultima cede nel pre-borsa il 10% circa.

Per quanto riguarda la giornata macro, oggi agenda scarna. Sara’ il settore auto il sorvegliato speciale con la pubblicazione (alle 20:00 in Italia, alle 14:00 a New York) del dato sulle vendite nel mese di febbraio. Gli analisti di Barclays Capital si aspettano il peggior mese dal settembre 2008 a causa di due fattori: il maltempo e i richiami di vetture da parte di Toyota. Anche General Motors si aggiunge alla lista delle case automobilistiche che hanno riscontrato problemi alle loro quattro ruote: sono pari a 1.3 milioni le unita’ assemblate in Nord America ad esser state richiamate per problemi al servosterzo.

Per i tuoi investimenti, segui il feed in tempo reale di Wall Street Italia INSIDER. Se non sei abbonato, fallo subito: costa solo 0.77 euro al giorno, provalo ora!

Sul fronte societario, a rilasciare i conti trimestrali e’ stato il gruppo di ricambi auto AutoZone, con utili in crescita e superiori alle attese degli analisti. Il rivenditore di prodotti per l’ufficio Staples, al contrario, delude con numeri in calo.

Tra i tecnologici, Qualcomm potrebbe esser sotto i riflettori dopo aver aumentato l’ammontare del riacquisto di azioni proprie. Gli azionisti del gruppo, inoltre, potrebbero brindare a una cedola piu’ ricca del 12%. Attenzioni anche alle novita’ che potrebbero emergere da Microsoft, Ibm e AT&T all’interno di una conferenza sul settore organizzata da Morgan Stanley.

Sullo sfondo resta sempre la Grecia. Il primo ministro Papandreou potrebbe annunciare nuovi provvedimenti volti a risanare lo stato di salute di Atene nella giornata di domani.

Sugli altri mercati, nel comparto energetico le quotazioni del greggio sono in rialzo. I futures con consegna aprile avanzano di $0.42 attestandosi a quota $79.12 al barile. Sul valutario la moneta unica e’ ferma a $1.3563. L’oro guadagna $3.70 a quota $1122 l’oncia. Quanto ai Titoli di Stato, il rendimento sul benchmark decennale si attesta al 3.63%.

Alle 14:00 (le 8:00 ora di New York) il contratto future sull’indice S&P500 avanza di 5.70 punti (+0.51%) a 1120.30.

Il contratto sull’indice Nasdaq 100 avanza di 9.25 punti (+0.50%) a 1852.00.

Il contratto sull’indice Dow Jones guadagna 46 punti (+0.44%) a 10431.00.