Wall Street in rialzo spinta dal petrolio e dal lavoro

10 Maggio 2016, di Daniele Chicca

NEW YORK (WSI) – Aiutati dal rimbalzo dei prezzi del petrolio i principali indici della Borsa Usa scambiano in progresso quest’oggi, allungando la serie positiva di Wall Street.

L’incendio in Canada ha temporaneamente eclissato i timori sull’offerta in eccesso di greggio e i futures sul Wti salgono di oltre l’1%. L’incidente nello stato di Alberta e altri fattori hanno ridotto di 2,5 milioni di barili al giorno la produzione quotidiana di petrolio.

Sul versante macro l’attenzione è rivolta al mercato del lavoro e alle scorte di magazzino all’ingrosso. In marzo gli Stati Uniti hanno registrato il numero di posti di lavoro vacanti più alto degli ultimi otto mesi. Le offerte elevate sono la dimostrazione che le aziende hanno la volontà di espandersi, ma allo stesso tempo che fanno fatica a trovare i profili giusti che cercano.

L’indice del morale delle piccole e medie imprese è cresciuto in aprile, interrompendo una serie negativa di tre mesi. Gli investitori volevano inoltre scoprire se dopo il calo più accentuato in quasi tre anni registrato a febbraio, le scorte di magazzino all’ingrosso erano riuscite a risalire. Le attese erano per un incremento dello 0,1% in marzo e così è stato.

L’S&P 500, che ha guadagnato circa il 15% dai minimi testati a febbraio, ha però rallentato il passo nelle ultime due settimane. Le trimestrali societarie sono state nel complesso deludenti e i dati economici contrastanti, elementi che non hanno contribuito a chiarire come si svolgerà esattamente il ciclo dei rialzi dei tassi della Federal Reserve.