FUTURES USA IN RIALZO CON VENDITE AL DETTAGLIO

10 Luglio 2008, di Redazione Wall Street Italia

Ad un’ora e mezza dall’apertura delle borse i contratti sugli indici Usa sono in rialzo (vedi quotazioni a fondo pagina) il che lascia prevedere un avvio positivo per l’azionario.

I listini sono alla ricerca di un rimbalzo dopo le forti perdite riportate nella giornata di ieri a causa dell’evidente debolezza dei comparti finanziario e tecnologico. Note positive emergono dal comparto retail grazie agli ultimi numeri sulle vendite comparate; supporto anche dalle operazioni di mergers & acquisitions.

Stando alle stime degli analisti, le aziende americane specializzate nella vendita al dettaglio potrebbero riportare un incremento medio delle vendite nel mese di giugno pari a +2.4%, in buon rialzo rispetto al +1.6% registrato nei primi 5 mesi dell’anno. Lo scorso anno il progresso era stato del 2.7%, meglio nel 2006 con una variazione positiva del 3.7%. A spingere i risultati nell’ultimo mese, nonostante l’impennata del greggio, sarebbe stato il piano di stimolo fiscale promosso dal governo Usa.

Hai mai provato ad abbonarti a INSIDER? Scopri i privilegi delle informazioni riservate, clicca sul
link INSIDER

A diffondere buonumore nel preborsa e’ anche l’offerta avanzata dal colosso chimico Dow Chemical (DOW) su Rohm and Haas (ROH) del valore di $15 miliardi: il titolo della societa’ di Philadelphia e’ schizzato del 69% nel preborsa. Nel comparto finanziario, alert sulla banca d’affari Bank of America (BAC): il CEO del gruppo ha annunicato che non sara’ necessario un incremento di capitale ma la rivale Morgan Stanley ne ha tagliato comunque il rating da “Equal-Weight” a “Underweight”.

L’unico dato in calendario interessera’ il comparto del lavoro: gli economisti prevedono che la scorsa settimana le richieste di sussidio da parte dei disoccupati abbiano subito una contrazione a 395 mila unita’ dalle 404 mila precedenti. Grande attenzione sara’ riposta anche sugli interventi del capo della Fed Bernanke e del segretario al Tesoro Usa Paulson sulla struttura di regolamentazione dei mercati finanziari.

Sugli altri mercati, nel comparto energetico si muove in leggero rialzo il petrolio. I futures con scadenza agosto segnano un progresso di 31 centesimi a a $136.36 al barile. Non sembra abbia avuto alcun effetto sulle contrattazioni la seconda giornata di test missilistici condotti dall’Iran. Sul valutario, l’euro e’ in calo rispetto al dollaro a quota 1.5696. Avanza l’oro a $930.80 (+$2.20) l’oncia. In lieve flessione i Titoli di Stato. Il rendimento sul Treasury a 10 anni e’ salito al 3.84%.

Alle 14:00 (le 8:00 ora di New York) il contratto future sull’indice S&P500 e’ in rialzo di 8.80 punti (+0.71%) a 1256.80.

Il contratto sull’indice Nasdaq 100 segna +10.00 punti (+0.55%) a 1841.50.

Il contratto sull’indice Dow Jones guadagna 73 punti (+0.65%) a 11222.00.

parla di questo articolo nel Forum di WSI