Futures Usa deboli, M&A cattura l’attenzione degli investitori

4 Ottobre 2010, di Redazione Wall Street Italia

Quando manca un’ora e mezzo all’avvio delle contrattazioni i futures Usa viaggiano sotto i livelli di parita’, (vedi quotazioni a fondo pagina), preannunciando una partenza con il segno menp.

Il mercato sembra dunque impostato per aprire la seduta in ribasso, sulla scia delle vendite che si stanno registrando in Europa.

Sullo sfondo una certa incertezza in vista dei tanti dati macro attesi in settimana, primo fra tutti il rapporto governativo sulla situazione lavorativa di settembre, previsto venerdi’.

Per proteggere il tuo patrimonio, segui INSIDERSe non sei abbonato, fallo subito: costa solo 0.86 euro al giorno, provalo ora

In ambito societario, una possibile operazione di acquisto di Sanofi-Aventis su Genzyme sta attirando l’attenzione degli investitori. La societa’ farmaceutica francese ha messo sul piatto 18.5 miliardi di dollari.

A mercati chiusi pubblichera’ i conti fiscali Alcoa. Con il colosso dell’alluminio prendera’ cosi’ il via la nuova stagione delle trimestrali.

Sugli altri mercati, nel comparto energetico i futures sul petrolio con consegna novembre cedono lo 0.26% a $81.37 il barile. Il derivato con scadenza dicembre dell’oro segna -0.04% a $1317.30 l’oncia. Sul fronte valutario l’euro avanza dello 0.62% a quota $1.3705. Quanto ai Treasury, il rendimento sul decennale e’ in calo di 4.5 punti base al 2.4810%.

Alle 14:00 (le 8:00 ora di New York) il contratto future sull’indice S&P500 scambia in ribasso dello 0.3% a quota 1139.10.

Il contratto sull’indice Nasdaq 100 arretra di 6.25 punti a 1998.25 (-0.31%).

Il contratto sull’indice Dow Jones registra un -23 punti a quota 10745 (-0.3%).