Futures Usa deboli, dubbi su ripresa

20 Agosto 2010, di Redazione Wall Street Italia

Quando manca mezz’ora all’avvio delle contrattazioni i futures Usa continuano a viaggiare in territorio negativo, (vedi quotazioni a fondo pagina), lasciando intendere un’avvio con il segno meno. Il tutto all’indomani di una seduta che ha visto gli indici perdere terreno con il Dow che ha registratoperdite a tre cifre.

Gli operatori stanno ancora facendo i conti con una brutta serie di dati macro registrati ieri, a cominciare da sussidi di disoccupazione in rialzo e attivita’ manifatturiera nell’area di Philadelphia decisamente sotto le attese. L’agenda di oggi da questo punto di vista non prevede risultati.

Sul fronte societario si guarda alla reazione del mercato ai conti dei due colossi dei computer Dell e HP, che hanno comunicato ieri sera a mercati chiusi conti trimestrali in crescita. Nel pre-mercato pero’ cedono oltre l’1%.

Sugli altri mercati, nel comparto energetico i futures sul petrolio con consegna settembre, avanzano dell’1.38% a $73.40. Il derivato con scadenza agosto dell’oro segna -0.57% a $1228.30. Sul fronte valutario l’euro perde l’1.04% a quota $1.2690. Quanto ai Treasury, i prezzi del benchmark decennale salgono con il rendimento che scende al 2.56 dal 2.5790% di ieri.

Alle 15:00 (le 9:00 ora di New York) il contratto future sull’indice S&P500 segna un calo di 5.10 punti a 1066.20 (-0.48%).

Il contratto sull’indice Nasdaq 100 registra una flessione di 6.50 punti a 1813.50 (-0.36%)

Il contratto sull’indice Dow Jones perde 40 punti a quota 10195 (-0.39%).