FUTURES USA CONFERMANO I RIALZI DOPO I SUSSIDI

10 Dicembre 2009, di Redazione Wall Street Italia

Si profila una seduta positiva per il mercato azionario americano, con i contratti sui principali indici di Borsa che quando mancano tre quarti d’ora all’avvio delle contrattazioni scambiano in rialzo (vedi quotazioni a fondo pagina).

I listini sono particolarmente ispirati nonostante la pubblicazione dei nuovi dati relativi alla situazione occupazionale, risultati peggiori delle previsioni. Sorprende in positivo invece la lettura del disavanzo commerciale di ottobre.

Va segnalato che cio’ avviene in concomitanza con i ribassi, seppure non esagerati, del biglietto verde contro le principali valute concorrenti. Un dollaro piu’ debole rende infatti le materie prime piu’ economiche e attraenti per gli acquirenti stranieri e di conseguenza finisce per alimentare i profitti delle aziende made in Usa che hanno un business all’estero.

L’andamento positivo della prima mattinata americana rispecchia quello visto in Europa, dove la Banca d’Inghilterra ha optato per mantenere i tassi di interesse invariati allo 0.5%, rispettando le attese.

Per i tuoi investimenti, segui il feed in tempo reale di Wall Street Italia INSIDER. Se non sei abbonato, fallo subito: costa solo 0.77 euro al giorno, provalo ora!

Sempre in ambito macro economico, piu’ tardi alle 19 italiane si conosceranno i risultati dell’asta di titoli a 30 anni dopo la delusione per la bassa richiesta per i Treasury a 10 anni emessi ieri. Alle 10 italiane sara’ invece la volta del budget mensile del Tesoro.

Sul fronte delle notizie societarie, stando a quanto riferito dalla CNBC Usa la banca Citigroup conta di restituire i soldi ottenuti in prestito nell’ambito del piano di salvataggio federale TARP raccogliendo nuove risorse di capitale offrendo titoli sul mercato.

Tra i singoli titoli sotto i riflettori Costco Wholesale, che ha rispettato le stime del mercato annunciando profitti trimestrali sostanzialmente invariato. National Semiconductor e Ciena renderanno invece noti i propri conti dopo la chiusura dei mercati.

Dopo lo spin off da Time Warner si prevede una seduta agitata per AOL, mentre Hershey e la sua societa’ di controllo stanno decidendo in queste ore se lanciare un’Opa o meno sulla produttrice britannica di cioccolato Cadbury, che ha gia’ ricevuto un’offerta di acquisto da Kraft.

Sugli altri mercati, sull’energetico guadagna terreno il greggio. Al momento i futures con consegna dicembre avanzano di $0.41 a quota $71.08 il barile. Sul valutario Il dollaro cede il passo nei confronti dell’euro, con la moneta unica che sale a quota $1.4749. In progresso i prezzi dell’oro: i futures con scadenza dicembre segnano un rialzo di $5.30 a quota $1126.20 l’oncia. In contrazione i prezzi dei Titoli di Stato, con il rendimento sul benchmark decennale che e’ salito al 3.4500% dal 3.4230% di ieri.

Alle 14:45 (le 8:45 ora di New York) il contratto future sull’indice S&P500 e’ in rialzo di 8.50 punti (+0.78%) a quota 1104.10.

Il contratto sull’indice Nasdaq 100 e’ in progresso di 7.25 punti (+0.40%) a quota 1803.50.

Il contratto sull’indice Dow Jones guadagna 72 punti (+0.70%) a 10402.00 punti.