Futures Usa cauti, aspettando Alcoa

12 Luglio 2010, di Redazione Wall Street Italia

Ad un’ora e mezzo dall’avvio delle contrattazioni i futures Usa viaggiano poco sotto i livelli di parita’, (vedi quotazioni a fondo pagina), lasciando intendere un avvio debole. Il tutto dopo che venerdi’ Wall Street aveva chiuso la miglior settimana in un anno. La seduta e’ caratterizzata da ritracciamento delle materie prime (in primis alluminio e petrolio), dell’euro e del rendimento del Treasury decennale.

Con l’odierna giornata di borsa prende il via la stagione delle trimestrali e, come di consueto, a dare il calcio di inizio e’ Alcoa. I conti del gigante dell’alluminio sono attesi alla chiusura dei mercati. In settimana tocchera’ a colossi del calibro di Intel, Jp Morgan e Google. In media per le societa’ dell’S&P 500 e’ atteso un incremento degli utili del 34%.

“La stagione delle trimestrali riporter’ risultati misti, con robuste prospettiive per le aziende, meno per le banche”, ha spiegato a Bloomberg Michael Hart, strategist per le valute in Citigroup. L’esperto ha aggiunto che “gli stree test sulle banche europee terranno in agguato il mercato come una spada di Damocle: ma persino la loro pubblicazione difficilmente portera’ sollievo”.

Le dichiarazioni arrivano alla vigilia della riunione dei ministri delle finanze si incontreranno domani a Bruxelles per capire cosa riferire al mercato sugli stress test mentre l’andamento dei listini europei e’ piuttosto debole.

Se vuoi guadagnare anche in fase di ribasso con i titoli e i comparti giusti, segui INSIDER. Se non sei abbonato, fallo subito: costa solo 0.86 euro al giorno, provalo ora!

Sugli altri mercati, nel comparto energetico le quotazioni del greggio sono in calo. I futures con consegna agosto cedono $0.15 attestandosi a quota $75.94 al barile (-0.20%). L’oro torna a cedere $3.20 a quota $1.206.60 l’oncia. Il cross euro/dollaro si trova a $1.2572 (-0.54%). Quanto ai Treasury, il rendimento sul benchmark decennale si trova al 3.03 dal 3.056% di venerdi’.

Alle 14:00 (le 8:00 ora di New York) il contratto future sull’indice S&P500 segna un calo di 3.50 punti a 1069 (-0.33%).

Il contratto sull’indice Nasdaq 100 registra un ribasso di 5 punti a 1806.50 (-0.28%).

Il contratto sull’indice Dow Jones cede 28 punti a quota 10104 (-0.28%).