FUTURES USA AVANZANO IN ATTESA DI GOLDMAN

14 Luglio 2009, di Redazione Wall Street Italia

Si prospetta una seduta positiva per l’azionario americano, con i contratti sui principali indici della Borsa che quando manca un’ora e mezza all’avvio delle contrattazioni sono orientati in rialzo (vedi quotazioni a fondo pagina).

Vuoi sapere cosa comprano e vendono gli Insider di Wall Street? Prova ad abbonarti a INSIDER: costa meno di 1 euro al giorno. Clicca sul link INSIDER

I trader aspettano di vedere se l’entusiasmo scaturito dalla promozione dei titoli di Goldman Sachs in vista della pubblicazione dei conti trimestrali e’ giustificato o meno.

I risultati di Goldman verranno analizzati con particolare attenzione per quanto riguarda la performance della divisione di reddito fisso. Secondo il Financial Times i dirigenti di Goldman avrebbero venduto $700 milioni di titoli. Oltre alla banca, presenteranno i conti trimestrali Johnson & Johnson e a mercati chiusi Intel.

In un intervento tenuto in Arabia Saudita, il segretario al Tesoro Timothy Geithner ha detto che “sembra realistico attendersi una ripresa graduale, con qualcosa di piu’ dei consueti alti e bassi e inversioni di rotta momentanee”.

Tra i dati chiave previsti in agenda macro figurano le vendite al dettaglio registrate il mese scorso e i prezzi alla produzione, anche in questo caso relativi al mese di giugno. Gli economisti si attendono in media un incremento delle vendite dello 0.5% e dell’1.2% per quanto riguarda invece i prezzi. Considerando che Wal-Mart Stores non annuncera’ piu’ le vendite mensili come previsto, il rapporto sul settore retail potrebbe riserbare qualche sorpresa.

In ambito di notizie societarie, stando a quanto riportato dal Wall Street Journal il gruppo finanziario CIT Group e’ in trattative avanzate per ottenere un aiuto dal governo.

Sotto pressione i titoli Dell, dopo che l’azienda informatica ha avvertito che i margini del secondo trimestre subiranno un calo, seppur modesto, citando condizioni sfavorevoli e costi piu’ alti per l’acquisto di componentistica.

Ieri l’operatore stradale CSX, nell’annunciare una contrazione dei profitti del 20%, ha fatto sapere che stando agli ultimi segnali a disposizione, la maggior parte dei mercati dove la societa’ e’ attiva hanno con molta probablita’ toccato il fondo.

Sugli altri mercati, nel comparto energetico i futures con consegna agosto sono in rialzo di $1.04 a $60.73 al barile. Sul valutario, l’euro si rafforza nei confronti del dollaro, attestandosi a quota 1.4005. In progresso l’oro, a $923.50 l’oncia (+$1.00). In cauto ribasso i prezzi dei Titoli di Stato Usa: il rendimento sul benchmark decennale e’ salito a 3.4100% dal 3.3460% di lunedi’.

Alle 14:00 (le 8:00 ora di New York) il contratto futures sull’indice S&P 500 e’ in rialzo di 6.00 punti (+0.67%) a 901.60.

Il contratto sull’indice Nasdaq 100 segna +6.00 (+0.42%) a 1448.50.

Il contratto sull’indice Dow Jones guadagna 55.00 punti (+0.67%) a 8314.00.