FUTURES USA ANCORA IN ROSSO, NON BASTA INTEL

16 Luglio 2008, di Redazione Wall Street Italia

Ad un’ora e mezza dall’apertura delle borse i contratti sugli indici Usa sono in ribasso (vedi quotazioni a fondo pagina) il che lascia prevedere un avvio in calo per l’azionario.

L’incerta situazione all’interno del comparto finanziario non permette agli operatori di rientrare sull’azionario nonostante la buona trimestrale di Intel che ha fornito una relativa rassicurazione sul fronte degli utili aziendali.

A dettare una certa cautela nel preborsa e’ anche l’attesa per i numerosi appuntamenti macro previsti in giornata. Ad occupare la scena sara’ anche oggi l’inflazione, con i dati sui prezzi al consumo, dopo aver assistito ad un’impennata del PPI nella giornata di ieri. In calendario anche la produzione industriale e le minute del Fomc. Il presidente della Fed, Ben Bernake, sara’ nuovamente impegnato a Capitol Hill nella continuazione del rapporto semiannuale sullo stato dell’economia Usa.

Alle 16:35 ora italiana l’attenzione sara’ polarizzata dal comparto energetico in occasione della comunicazione dei dati sulle scorte di petrolio. Dopo aver registrato il maggiore calo giornaliero degli ultimi 17 anni (oltre -$6) nella seduta di martedi’, in mattinata i futures con consegna agosto segnano un ulteriore ribasso di $2.42 a $136.32.

Hai mai provato ad abbonarti a INSIDER? Scopri i privilegi delle informazioni riservate, clicca sul
link INSIDER

Sul fronte societario, spunti positivi dal colosso dei chip Intel (INTC) che nel secondo trimestre ha riportato un incremento del 25% dei profitti ed annunciato un’espansione dei margini lordi per il trimestre in corso. Bene anche Sun Microsystems (JAVA): l’outlook sui numeri fiscali fornito dall’azienda si e’ rivelato migliore delle attese.

Meno incoraggiante l’aggiornamento del produttore di hard-drive Seagate (STX) costretto a lanciare un profit warning. Tra le aziende che diffonderanno gli utili in giornata si distingue la compagnia aerea Delta Air Lines (DAL). Subito dopo la chiusura dei mercati sara’ la volta del gigante delle aste online eBay.

Sugli altri mercati, sul valutario, l’euro e’ stabile rispetto al dollaro a 1.5913. In ribasso l’oro a $972.80 (-$5.90) l’oncia. Salgono i Titoli di Stato. Il rendimento sul Treasury a 10 anni e’ sceso al 3.82%.

Alle 14:00 (le 8:00 ora di New York) il contratto future sull’indice S&P500 e’ in ribasso di 5.80 punti (-0.48%) a 1205.70.

Il contratto sull’indice Nasdaq 100 segna -5.00 punti (-0.28%) a 1794.00.

Il contratto sull’indice Dow Jones perde 41 punti (-0.38%) a 10876.00.

parla di questo articolo nel Forum di WSI