FUTURES SPINTI ALL’INSU’ DA INTEL E JP MORGAN

14 Aprile 2010, di Redazione Wall Street Italia

Ad un’ora e mezzo dall’avvio delle contrattazioni i futures americani scambiano in territorio positivo (vedi quotazioni a fondo pagina), facendo pensare dunque ad un’apertura con il segno piu’.

Dopo che ieri il Dow e’ riuscito a chiudere sopra quota 11000 punti per la seconda seduta consecutiva, oggi il mercato e’ spinto al rialzo dagli utili convincenti dei due colossi Intel e JP Morgan.

Per i tuoi investimenti, segui il feed in tempo reale di Wall Street Italia INSIDER. Se non sei abbonato, fallo subito: costa solo 0.86 euro al giorno, provalo ora!

Il maggiore produttore di microprocessori al mondo avanza di circa il 4% dopo aver riportato profitti quasi raddoppiati, accompagnati da una crescita del fatturato del 44%.

Allo stesso tempo la banca d’affari ha annunciato di aver archiviato il primo trimestre con utili in aumento a $3.3 miliardi da $2.1 miliardi. La notizie ha favorito la prova dei titoli, che scambiano in progresso di quasi il 2%. Gli ottimi risultati della divisione di investimento hanno offuscato le perdite elevate del portafoglio dei crediti al consumo.

Ricco il calendario macroeconomico: verranno infatti annunciati i dati sui prezzi al consumo, sulle vendite al dettaglio di marzo e sulle scorte di magazzino, oltre al Beige Book della Fed sulle condizioni economiche. Il mercato guardera’ inoltre con attenzione ai contenuti della testimonianza del presidente della Federal Reserve Ben Bernanke.

Sugli altri mercati, nel comparto energetico le quotazioni del greggio guadagnano terreno. I futures con consegna maggio si muovono in rialzo di $0.72 attestandosi a quota $84.77 al barile. Sul valutario la moneta unica viaggia a quota $1.3607 (-0.05%). L’oro progredisce di $5.80 in area $1159.20 circa. In ribasso i prezzi dei titoli di Stato, con il rendimento sul benchmark decennale che si attesta al 3.8400% dal 3.8110% di ieri.

Alle 14:00 (le 8:00 ora di New York) il contratto future sull’indice S&P500 guadagna 4.30 punti (+0.36%) a 1197.40.

Il contratto sull’indice Nasdaq 100 avanza di 10.25 punti (+0.51%) a quota 2011.50.

Il contratto sull’indice Dow Jones scambia in progresso di 34 punti (+0.31%) a 10997.