FUTURES SOTTO LA PARITA’, OCCHIO ALLE BANCHE

di Redazione Wall Street Italia
5 Maggio 2009 14:58

A mezz’ora dall’apertura delle borse i contratti sugli indici Usa sono poco sotto la parita’ (vedi quotazioni a fondo pagina) il che lascia prevedere un avvio in lieve calo per l’azionario.

Tra gli investitori torna a prevalere un atteggiamento improntato sulla cautela dopo la notizia diffusa dal Wall Street Journal secondo cui 10 delle 19 banche su cui sono stati condotti gli “stress test” avrebbero bisogno di nuovi capitali. Ian Scott, strategist di Nomura International, afferma che “nonostante il forte rally degli indici dai minimi di marzo, la preoccupazione tra gli operatori resta, proprio a causa degli elevati costi di ricapitalizzazione delle banche”.

“La visione generale sul mercato continua ad essere positiva ma il rating sul comparto bancario non va oltre il Neutral”. Nel preborsa Bank of America e Wells Fargo arretrano dell’1.2% circa, in lieve progresso Citi. I risultati degli esami condotti dal governo saranno resi noti al pubblico giovedi’ prossimo.

Non ne puoi piu’ della Borsa? Sbagliato, perche’ qualcuno guadagna sempre. Prova ad abbonarti a INSIDER: costa meno di 1 euro al giorno. Clicca sul link INSIDER

Tra le societa’ che hanno diffuso i risultati trimestrali in mattinata, il colosso alimentare Kraft Foods ha riportato profitti in crescita del 15%, battendo le attese degli analisti. Subito dopo la chiusura delle borse sara’ il gigante dell’entertainment Walt Disney a diffondere la trimestrale.

In calendario e’ presente un solo dato macro che offrira’ maggiori dettagli sul settore dei servizi. Ieri i numeri migliori delle attese sul comparto delle case avevano innescato un rally dei listini che aveva permesso all’indice S&P500 di riportarsi sopra la soglia dei 900 punti. In giornata, alle 16:00 ora italiana, e’ previsto anche un intervento del presidente della Fed Ben Bernanke sullo stato dell’economia.

Sugli altri mercati, nel comparto energetico in calo il greggio. I futures con consegna giugno cedono $0.35 a $54.12 al barile. Sul valutario, avanza l’euro nei confronti del dollaro a quota 1.3426. In progresso l’oro (+$9.40) a quota $911.60 l’oncia. Salgono i Titoli di Stato Usa: il rendimento sul Treasury a 10 anni e’ sceso al 3.13%.

Alle 15:00 (le 9:00 ora di New York) il contratto future sull’indice S&P500 e’ in ribasso di 3.40 punti (-0.38%) a 899.40.

Il contratto sull’indice Nasdaq 100 segna -2.00 punti (-0.14%) a 1420.50.

Il contratto sull’indice Dow Jones perde 20 punti (-0.24%) a 8339.00.