FUTURES PROSEGUONO IN RIALZO, CRESCE L’OTTIMISMO

10 Giugno 2009, di Redazione Wall Street Italia

Si preannuncia una seduta positiva per l’azionario americano, con gli indici borsistici principali che quando manca mezz’ora all’avvio delle contrattazioni scambiano in buon rialzo.

Ad alimentare l’ottimismo sono le indiscrezioni che parlano di un miglioramento dell’economia cinese ed americana. Ieri nel giorno in cui le banche statunitensi hanno restituito $68 miliardi dei prestiti ricevuti dal governo nell’ambito del piano di salvataggio del sistema finanziario, I listini hanno chiuso contrastati.

Ma oggi gli asset piu’ sensibili all’economia stanno guadagnando terreno. Due giornali cinesi hanno riferito che la produzione industriale e le vendite al dettaglio, le cui cifre ufficiali saranno pubblicate in settimana, risulteranno superiori alle attese.

Nel frattempo non influisce il dato peggiore delle attese relativo alla bilancia commerciale in aprile, che ha evidenziato un allargamento del deficit a $29.2 miliardi. Gli analisti prevedevano in media un valore di $29 miliardi.

Guardando ai settori, la nuova corsa dei prezzi delle materie prime mette le ali a energia e commodity. Tra questi si fanno particolarmente consistenti I rialzi di ConocoPhillips e Alcoa nel preborsa. Le azioni dell’azienda petrolifera avanzano dell’1.7%, mentre il colosso dell’alluminio guadagna il 2.5%.

In ambito societario, Home Depot balza di circa il 4%, dopo che la principale catena di vendite al dettaglio di prodotti per la casa ha rivisto al rialzo le stime sugli utili 2009, e confermato le attese sul fatturato in vista dell’incontro con gli analisti e gli investitori. L’azienda prevede che l’utile proforma per azione da operazioni continuative scivoli del 20-26%, quando in precedenza aveva previsto una contrazione del 26%.

Intanto Crhysler ha ottenuto il via libera della Corte Suprema Usa, che ieri notte ha deciso di sbloccare la vendita della casa automobilistica americana a un nuovo gruppo auto che sara’ guidato da Fiat.

Alle 15:00 (le 9:00 ora di New York) il contratto futures sull’indice S&P 500 e’ in rialzo di 10.60 punti (+1.13%) a 950.20.

Il contratto sull’indice Nasdaq 100 segna +10.50 (+0.70%) a 1511.25.

Il contratto sull’indice Dow Jones guadagna 87 punti (+1%) a 8829.00.

Sugli altri mercati, nel comparto energetico i futures con consegna luglio guadagnano $1.29 a $71.30 al barile, dopo aver toccato i massimi di sette mesi, sostenuti dal fatto che il Dipartimento dell’Energia ha rivisto al rialzo le stime sui prezzi dell’oro nero nel 2009. Sul valutario, l’euro sale nei confronti del dollaro, attestandosi a quota 1.4077. Avanza anche l’oro, a $964.60 (+$9.90) l’oncia. In ribasso i Titoli di Stato Usa: il rendimento sul Treasury a 10 anni e’ salito al 3.910% dal 3.8580% di martedi’.