FUTURES POSITIVI MA OCCHIO AI DATI

27 Settembre 2007, di Redazione Wall Street Italia

Ad un’ora e mezza dall’apertura delle borse i contratti sugli indici Usa trattano in rialzo (vedi quotazioni a fondo pagina) il che lascia prevedere un avvio positivo per l’azionario.

I listini potrebbero estendere i guadagni di ieri originati dalle buone notizie societarie che hanno interessato il colosso dell’auto General Motors (giunto ad un accordo con i sindacati) e la banca d’affari Bear Stearns (in trattative per la vendita di una quota).

C’e’ grande attenzione sulla serie di dati macro che verranno diffusi in giornata. Gli operatori scommettono su un ulteriore segnale di debolezza dal comparto delle case che potrebbe fornire un motivo in piu’ alla Fed per proseguire una politica di tipo accomodante.

In settimana gli aggiornamenti macro hanno evidenziato l’ancora complicata situazione del settore immobiliare, un calo della fiducia dei consumatori ed una contrazione dell’attivita’ manifatturiera. Oltre al dato sulle vendite di case nuove, oggi verranno anche diffusi i numeri sulle nuove richieste di sussidi da parte dei disoccupati e sul Prodotto Interno Lordo del secondo trimestre.

Passando alla cronaca societaria, a soffrire fin dai minuti iniziali potrebbe essere il colosso aerospaziale Boeing (BA) in seguito alla decisione della compagnia britannica British Airways di sospendere i rapporti commerciali con il gruppo a favore della rivale Airbus. Il focus sara’ incentrato anche sul comparto retail grazie ai risultati fiscali della catena Rite Aid (RAD). Nel settore farmaceutico, riflettori puntati su Novartis (NVS) per via della mancata approvazione da parte della FDA sull’antidolorifico Prexige.

Il primo milione (di euro) e’ sempre il piu’ difficile. Hai mai provato ad abbonarti a INSIDER? Scopri i privilegi delle informazioni riservate, clicca sul
link INSIDER

Sugli altri mercati, nel comparto energetico il greggio e’ tornato a guadagnare terreno riportandosi sopra la soglia degli $81. Nelle contrattazioni elettroniche i futures con consegna novembre sono in rialzo di 73 centesimi a quota $81.03 al barile.

Sul valutario, l’euro resta tonico nei confronti del dollaro ad un nuovo massimo di $1.4171. In recupero l’oro: i futures con consegna dicembre vengono scambiati a $739.20 all’oncia, in rialzo di $3.70. Salgono infine i Titoli di Stato. Il rendimento sul Treasury a 10 anni e’ sceso al 4.61%.

Alle 14:00 (le 8:00 ora di New York) il contratto future sull’indice S&P500 e’ in rialzo di 4.90 punti (+0.32%) a 1541.20.

Il contratto sull’indice Nasdaq 100 segna +9.50 punti (+0.45%) a 2119.00.

Il contratto sull’indice Dow Jones guadagna 41 punti (+0.29%) a 13999.00.