FUTURES: NEL MIRINO ANCORA GLI UTILI SOCIETARI

11 Gennaio 2006, di Redazione Wall Street Italia

A circa un’ora dall’apertura delle borse, i contratti sui principali indici Usa sono contrastati, ma poco mossi.

La seduta di ieri si e’ conclusa con i listini sulla linea di parita’, lasciando il Dow Jones sopra l’importante soglia psicologica degli 11 mila punti.

Nel preborsa, a far arretrare i contratti dai migliori livelli giornalieri, soprattutto nell’ultima ora, sono state alcune preoccupazioni giunte dal fronte societario. Ad impensierire gli operatori sono ancora le previsioni sugli utili aziendali, la cui stagione si e’ aperta all’inizio della settimana.

Il colosso chimico Du Pont, uno dei 30 componenti dell’indice industriale, ha emesso un profit warning, tagliando l’outlook sui risultati del quarto trimestre. Il titolo e’ in ribasso di oltre il 3% nelle contrattazioni elettroniche.

A pesare sui futures del Nasdaq 100, invece, e’ il downgrade, da Buy a Neutral, emesso dagli analisti di Merrill Lynch sulla societa’ Internet Yahoo!.

Commenti positivi, invece, per Apple Computer, all’indomani della manifestazione “MacWorld” presentata dal Ceo del gruppo, Steve Jobs, in cui e’ stata comunicata l’introduzione dei nuovu chip Intel nei prossimi computer. Dopo essere cresciuto di oltre il 5% nella seduta di martedi’, prima dell’apertura delle borse il titolo e’ gia’ in progresso dell’1.41% a $82.00. La banca d’affari UBS ne ha rivisto al rialzo il target price da $86 a $100.

Alle 16:30 ora italiana, l’attenzione degli operatori si spostera’ sul comparto energetico in occasiopne del rilascio dei dati settimanali sulle scorte di petrolio. Le attese degli analisti sono per un aumento. Intanto i contratti futures sul greggio segnano un ribasso di 16 centesimi a $63.21 al barile.

Vedi decine di small e medium cap in forte crescita segnalate da
WSI nella rubrica Titoli Caldi, una delle 8 sezioni in tempo reale
riservate agli abbonati a INSIDER. Se non sei gia’ abbonato, clicca sul
link INSIDER

Sugli altri mercati, invariati i titoli di Stato: il rendimento sul Treasury a 10 anni e’ al 4.43%. L’oro arretra di $1.40 a $544.30 all’oncia e l’euro viene scambiato a 1.2088 contro il dollaro

Alle 14:00 (le 8:00 ora di New York) il contratto future sull’indice S&P 500 avanza di 0.80 punti a 1296.90 punti.

Il contratto sull’indice Nasdaq e’ in ribasso di un punto a 1759.

Il contratto sull’indice Dow Jones e’ in rialzo di 4 punti a 11056 punti.