FUTURES IN RIALZO, BUONA SPINTA DAI DATI MACRO

15 Luglio 2009, di Redazione Wall Street Italia

Si prospetta una seduta positiva per l’azionario americano, incoraggiato dai risultati di Intel e dalle ultime cifre macroeconomiche. Quando manca mezz’ora all’avvio delle contrattazioni, i futures sui principali indici di Borsa scambiano infatti in rialzo (vedi quotazioni a fondo pagina).

Vuoi sapere cosa comprano e vendono gli Insider di Wall Street? Prova ad abbonarti a INSIDER: costa meno di 1 euro al giorno. Clicca sul link INSIDER

Notizie positive sono giunte dal fronte macro, con l’indice Empire State che a luglio e’ risalito a -0.55, mentre nel mese di giugno, pur salendo dello 0.7%, oltre le attese, il costo della vita non sembra ancora rappresentare un elemento di preoccupazione nel contesto economico attuale. Il calendario e’ ricco di altri avvenimenti di rilievo, tra cui gli aggiornamenti sulla capacita’ di utilizzazione degli impianti e sulla produzione industriale.

In agenda e’ prevista inoltre la pubblicazione delle minute della riunione della Fed svoltasi il 24 giugno scorso, con il mercato che spera di ottenere indicazioni sul programma di acquisto di Treasury da parte della Banca Centrale americana.

In ambito di trimestrali, i conti fiscali di Intel hanno innescato una corsa agli acquisti di titoli hi-tech in tutto il globo, dopo che ieri gli utili migliori del previsto della banca d’affari Goldman Sachs, uniti dalle vendite al dettaglio superiori alle attese hanno sostenuto il mercato, consentedogli di chiudere la seduta in progresso.

I titoli della societa’ di semiconduttori e microprocessori balzano di quasi otto punti percentuali dopo che ieri a mercati chiusi l’azienda ha annunciato di aver archiviato il secondo trimestre in rosso, a causa di una multa ricevuta dall’Unione Europea. Ma escludendo tale fattore, i risultati sarebbero stati di gran lunga superiori alle previsioni. La societa’ ha inoltre emesso una guidance ufficiale per il terzo trimestre, la prima volta che si verifica un evento del genere in due trimestri.

Ad alimentare l’ottimismo nel settore hi-tech hanno contribuito anche le previsioni del maggiore produttore di semiconduttori in Europa, ASML, che ha fatto sapere che il fatturato crescera’ nel terzo trimestre. I titoli del comparto si stanno mettendo in luce in tutti i mercati mondiali, come ad esempio Alcatel-Lucent e Samsung Electronics. Ad aiutare Alcatel-Lucent e’ anche la promozione dei titoli da parte di Merrill Lynch. In denaro anche le banche e in particolare Citigroup e Bank of America, i cui titoli scambiano in progresso di almeno l’1.5%.

Sul fronte delle notizie societarie, Yum Brands scivola nelle contrattazioni preborsa dopo che la catena di fast-food Kentucky Fried Chicken e Pizza Hut ha ribadito il suo target sugli utili nel 2009, nel giorno in cui ha annunciato di aver archiviato il trimestre con profitti in rialzo del 35% e vendite in calo dell’1%.

Sugli altri mercati, nel comparto energetico i futures con consegna agosto sono in rialzo di $0.98 a $60.50 al barile. Sul valutario, l’euro si rafforza nei confronti del dollaro, attestandosi a quota 1.4093. In buon progresso l’oro, a $934.10 l’oncia (+$11.30). In pesante ribasso i prezzi dei Titoli di Stato Usa: il rendimento sul benchmark decennale e’ salito a 3.5200% dal 3.4470% di martedi’.

Alle 15:00 (le 9:00 ora di New York) il contratto futures sull’indice S&P 500 e’ in rialzo di 11.30 punti (+1.25%) a 912.70.

Il contratto sull’indice Nasdaq 100 segna +25.25 (+1.75%) a 1472.00.

Il contratto sull’indice Dow Jones guadagna 85.00 punti (+1.02%) a 8389.00.