FUTURES IN RALLY, SPINTA DAI DATI MACRO

13 Giugno 2007, di Redazione Wall Street Italia

A mezz’ora dall’avvio delle contrattazioni i futures sugli indici Usa continuano a trattare in rialzo (vedi quotazioni a fondo pagina) il che lascia prevedere un rimbalzo dell’azionario.

I dati macro diffusi negli ultimi minuti hanno evidenziato una sorprendente ripresa della spesa dei consumatori, con le vendite al dettaglio schizzate dell’1.4% nel mese di maggio, ad un tasso che non si vedeva da ben 16 mesi. I prezzi alle importazioni sono cresciuti dello 0.9%, in misura maggiore rispetto alle attese.

La reazione iniziale degli operatori e’ stata positiva, ma non e’ da escludere un’alta volatilita’ sui mercati in attesa di altri importanti dati economici e della comunicazione del rapporto sullo stato dell’economia rilasciato dalla Fed (Beige Book).

Il clima resta infatti teso a causa dell’ulteriore spingimento al rialzo dei rendimenti sui bond, arrivati a toccare un valore del 5.30%, superando i fed funds che al momento sono al 5.25%. Negli ultimi minuti i tassi hanno ritracciato dai migliori livelli giornalieri stabilizzandosi al 5.26%.

Ricordiamo che il recente rally dei rendimenti potrebbe avere l’effetto di ridurre significativamente il volume dei prestiti richiesti dalle aziende, andando ad inficiare sulle operazioni di M&A e sugli utili aziendali.

A proposito di operazioni societarie, in mattinata il gruppo retail Jones Apparel ([[JNJ]]) sembra abbia raggiunto un accordo per la vendita di Barneys New York al governo di Dubai; nel comparto media, Walt Disney ([[DIS]]) ha completato la cessione di ABC Radio a Citadel ([[CDL]]) per un controvalore di $1.35 miliardi.

Tra i singoli titoli, a muoversi in rialzo e’ la societa’ software Sapient ([[SAPE]]), forte della trimestrale risultata migliore delle attese. Cauto ottimismo su Computer Sciences ([[CSC]]) in vista del bilancio fiscale che verra’ diffuso subito dopo la chiusura delle borse.

Hai mai provato ad abbonarti a INSIDER? Scopri i privilegi delle informazioni riservate, clicca sul
link INSIDER

Sugli altri mercati, nel comparto energetico, il petrolio e’ in lieve flessione. I futures con consegna luglio arretrano di 17 centesimi a $65.18 al barile. Sul valutario, l’euro sta estendendo la fase di deprezzamento nei confronti del dollaro: il cambio tra le due minete e’ sceso a 1.3278. In ribasso anche l’oro. I futures con consegna agosto vengono scambiati a $650.60, in ribasso di $2.50.

Alle 15:00 (le 9:00 ora di New York) il contratto future sull’indice S&P500 e’ in rialzo di 8.30 punti (+0.55%) a 1515.80.

Il contratto sull’indice Nasdaq 100 segna +9.75 punti (+0.51%) a 1927.75.

Il contratto sull’indice Dow Jones guadagna 64 punti (+0.49%) a 13485