FUTURES IN DECISO CALO, DELUSIONE TRIMESTRALI

26 Giugno 2008, di Redazione Wall Street Italia

Ad un’ora e mezza dall’apertura delle borse i contratti sugli indici Usa sono in ribasso (vedi quotazioni a fondo pagina) il che lascia prevedere un avvio in calo per l’azionario.

Il downgrade emesso da Goldman Sachs (GS) in mattinata sull’intero settore del brokeraggio e le deludenti stime fiscali per i prossimi mesi emesse da piu’ societa’ stanno pesando sulle contrattazioni del preborsa. Goldman ha tagliato il rating sul comparto delle grosse banche d’affari a causa dell’assenza di un valido catalizzatore che possa innescare un recupero dei titoli. Citigroup (C) e’ stata inserita nella “Conviction Sell List”, il titolo perde il 5% circa.

Preoccupanti gli outlook societari emessi nelle ultime ore. Research In Motion (RIMM), la societa’ del BlackBerry, e’ riuscita a raddoppiare utili e ricavi durante il primo trimestre fiscale, ma ha annunciato un incremento della spesa capitale per mantenere viva la crescita nei prossimi mesi. “Siamo preoccupati a causa della deludente guidance” hanno affermato gli analisti di Deutsche Bank. “Il mancato rispetto dei margini lordi, l’incremento della spesa operativa e capitale stanno ad indicare che la crescita sta divenendo sempre piu’ difficile da ottenere”.

Il colosso software Oracle (ORCL) ha riportato un aumento del 27% dei profitti ma ha emesso un profit warning; il gigante dell’abbigliamento sportivo Nike (NKE) ha riportato un incremento del 12% degli utili grazie al business europeo ed asiatico, ma gli ordini sul mercato amricano sono risultati piatti.

Hai mai provato ad abbonarti a INSIDER? Scopri i privilegi delle informazioni riservate, clicca sul
link INSIDER

In calendario sono presenti il dato finale sul Prodotto Interno Lordo e le nuove richieste per sussidi di disoccupazione che verranno comunicati entrambi prima del suono della campanella. Alle 16:00 ora italiana sara’ la volta del comparto immobiliare con le vendite di case esistenti. Nei giorni scorsi dal settore, sempre in maggiore difficolta’, e’ emerso un calo del 15% dei prezzi degli immobili e una nuova diminuzione delle vendite di case nuove.

Sugli altri mercati, nel comparto energetico i futures con scadenza agosto sul petrolio segnano un rialzo di $0.30 a $134.85 al barile. Sul valutario, l’euro avanza a 1.5741 nei confronti del dollaro. In progresso l’oro a $894.40 (+$12.10) l’oncia. Stabili i Titoli di Stato. Il rendimento sul Treasury a 10 anni e’ fermo al 4.11%.

Alle 14:00 (le 8:00 ora di New York) il contratto future sull’indice S&P500 e’ in ribasso di 14.30 punti (-1.08%) a 1308.30.

Il contratto sull’indice Nasdaq 100 segna -23.75 punti (-1.23%) a 1908.50.

Il contratto sull’indice Dow Jones perde 114 punti (-0.97%) a 11693.

parla di questo articolo nel Forum di WSI