FUTURES: GOOGLE NON SI FERMA, PUNTA AL RECORD

20 Ottobre 2006, di Redazione Wall Street Italia

A un’ora e mezza dall’apertura delle borse, i contratti sugli indici Usa sono positivi.

Ieri il Dow Jones ([[INDU]]) ha chiuso per la prima volta sopra la soglia psicologica dei 12000 punti. L’estensione del recente rally potrebbe continuare anche oggi, tenuto conto delle ultime trimestrali positive.

Nell’after hour di giovedi, il colosso Internet Google ([[GOOG]]) ha riportato risultati nettamente superiori alle attese degli analisti, con un raddoppio dei profitti e un incremento del 70% dei ricavi. Gli analisti di Merrill Lynch hanno rivisto al rialzo il target price da $500 a $530. In mattinata sono arrivati i numeri della farmaceutica Merck ([[MRK]]), che ha riportato un EPS di un centesimo superiore al consensus, e quelli della conglomerata industriale 3M ([[MMM]]), anche questi superiori al consensus.

Nel comparto tecnologico, Xilinx ([[XLNX]]) e Broadcom ([[BRCM]]) dovrebbero avanzare beneficiando dei numeri fiscali riportati, mentre Sandisk ([[SNDK]]), societa’ sviluppatrice di schede di memoria, potrebbe soffrire il minor prezzo sui prodotti offerti, inferiore al precedente trimestre e allo scorso anno.

A salire potrebbero essere i titoli del settore energetico, in seguito alla decisione dell’OPEC di tagliare l’attuale produzione di 1.2 milioni di barili al giorno, oltre il livello atteso. Nelle contrattazioni elettroniche, i futures con scadenza novembre, oggi al loro ultimo giorno di contrattazione, si sono riportati sopra la soglia dei $59.

L’agenda economica e’ priva di appuntamenti di rilievo. Nell’arco della settimana i dati giunti dal fronte macro hanno evidenziato un modesto rallentamento della crescita economica.

Vedi decine di small e medium cap in forte crescita segnalate da
WSI nella rubrica Titoli Caldi, una delle 8 sezioni in tempo reale
riservate agli abbonati a INSIDER. Se non sei gia’ abbonato, clicca sul
link INSIDER

Sugli altri mercati, sul valutario, stabile l’euro a quota $1.2617. L’oro perde $0.80 a $601.70 all’oncia. In calo i titoli di Stato. Il rendimento sul Treasury a 10 anni si e’ riportato al 4.77%.

Alle 14:00 (le 8:00 ora di New York) il contratto future sull’indice S&P 500 e’ in progresso di 1.90 a 1376.20.

Il contratto sull’indice Nasdaq 100 segna +2.50 punti a 1725.25.

Il contratto sull’indice Dow Jones e’ in rialzo di 12 punti a 12071.