FUTURES: FORTI VENDITE, DELUDONO LE TRIMESTRALI

22 Luglio 2008, di Redazione Wall Street Italia

A due ore dall’apertura delle borse i contratti sugli indici Usa sono in netto ribasso (vedi quotazioni a fondo pagina) il che lascia prevedere un avvio in deciso calo per l’azionario.

A spingere in territorio negativo i futures sono le ultime trimestrali societarie che hanno evidenziato un rallentamento delle vendite e dell’attivita’ nei prossimi mesi. Gran parte delle grosse societa’ che hanno diffuso i risultati trimestrali nella giornata di ieri hanno sollevato serie preoccupazioni sul futuro andamento degli utili.

Il gigante informatico Apple (AAPL) ha riportato un balzo del 31% dei profitti grazie alle robuste vendite di Mac ed iPod ma ha diffuso un outlook inferiore alle attese. A preoccupare gli operatori sulla performance del titolo sono anche le condizioni di salute del CEO Steve Jobs considerate dall’azienda stessa “un affare strettamente personale”. Jobs per ora non lascera’ Apple, ma la mancanza di rassicurazioni sulle condizioni dell’ad stanno contribuendo alle vendite sull’azione.

Vendite anche sul colosso delle carte di credito American Express (AXP) che ha registrato un calo del 38% degli utili nell’ultimo trimestre e dichiarato che non sara’ in grado di rispettare le stime sui prossimi risultati, “almeno fino a che non si assitera’ ad un miglioramento dell’economia”.

Seconda giornata di vendite per la blue chip Merck (MRK): la casa farmaceutica sconta un debole trend di vendita e l’annuncio sul Vytorin, il farmaco contro il colesterolo che nell’ultimo studio ha fallito nel fornire segnali di efficacia nella cura della malattia.

Hai mai provato ad abbonarti a INSIDER? Scopri i privilegi delle informazioni riservate, clicca sul
link INSIDER

Texas Instruments, la societa’ specializzata nella produzione di chip per la telefonia mobile, ha dovuto incassare un downgrade di Merrill Lynch dopo aver comunicato un calo del 4% degli utili e fornito un deludente outlook per il terzo trimestre fiscale. La compagnia telecom Vodafone (VOD) ha ceduto oltre il 14% sulla piazza di Londra dopo che l’operatore ha annunciato che le vendite complessive nel 2008 si attesteranno in corrispondenza del livello inferiore del range atteso.

Tra le societa’ che hanno diffuso i risultati in mattinata si distinguono in positivo Steel Dynamics (STLD), XM Satellite Radio (XMSR) e la societa’ chimica Du Pont (DD). Dopo la chiusura saranno il portale Internet Yahoo! (YHOO) e il gruppo finanziario Washington Mutual (WM) a diffondere i risultati.

Sugli altri mercati, nel comparto energetico il greggio tratta in lieve calo. Nelle contrattazioni elettroniche i futures con consegna agosto segnano un ribasso di $0.17 a $130.87. Sul valutario, l’euro e’ stabile rispetto al dollaro a 1.5836. In rialzo l’oro a $973.40 (+$9.70) l’oncia. Avanzano i Titoli di Stato: il rendimento sul Treasury a 10 anni e’ sceso al 4.02%.

Alle 13:30 (le 7:30 ora di New York) il contratto future sull’indice S&P500 e’ in ribasso di 13.40 punti (-1.06%) a 1248.20.

Il contratto sull’indice Nasdaq 100 segna -36.00 punti (-1.97%) a 1791.50.

Il contratto sull’indice Dow Jones perde 117 punti (-1.02%) a 11348.00.

parla di questo articolo nel Forum di WSI