FUTURES: CIT EVITA LA BANCAROTTA, BUY SULL’AZIONARIO

20 Luglio 2009, di Redazione Wall Street Italia

A mezz’ora dall’apertura delle borse i contratti sugli indici Usa continuano a muoversi in rialzo (vedi quotazioni a fondo pagina) il che lascia prevedere un avvio in positivo per l’azionario.

Vuoi sapere cosa comprano e vendono gli Insider di Wall Street? Prova ad abbonarti a INSIDER: costa meno di 1 euro al giorno. Clicca sul link INSIDER

A diffondere l’ottimismo prima dell’apertura e’ la notizia secondo cui la societa’ americana specializzata in prestiti alle piccole e medie imprese ha raggiunto un accordo con gli obbligazionisti che le garantira’ fondi sufficienti ad evitare la bancarotta. La socrsa settimana l’azienda ha rischiato di entrare nella fase di Chapter 11 dopo il ‘no” dell’amministrazione Obama alle richieste di salvataggio.

“A sostenere il mercato questa mattina e’ l’operazione privata sulla societa’ CIT” afferma Peter Cardillo, chief market economist di Avalon Partners a New York. “Il gruppo era sull’orlo del precipizio, non c’erano le prospettive per alcun aiuto governativo, il fatto e’ da ritenersi pertanto molto positivo”. L’azione ha effettuato un balzo dell’85% a $1.30 in mattinata.

La notizia alimenta il tono favorevole degli ultimi giorni originato dalle trimestrali migliori delle attese diffuse dalle banche e dai colossi elettronici come Intel ed IBM. In giornata l’attenzione continuera’ ad essere focalizzata sui conti fiscali delle societa’: Texas Instruments riportera’ subito dopo la chiusura delle borse, nei prossimi giorni sara’ la volta dei Big American Express, Boeing e Caterpillar.

Un solo dato presente nel calendario economico odierno: il Sperindice di giugno, per cui e’ previsto un rialzo dello 0.5% dopo essere avanzato +1.2% nel mese precedente. Domani e mercoledi’ l’attenzione sara’ puntata su Washington in occasione della testimonianza del presidnete della Fed Ben Bernanke al Congresso.

Sugli altri mercati, nel comparto energetico in progresso il greggio. I futures con consegna agosto avanzano di $0.73 a $64.29 al barile. Sul valutario, avanza l’euro nei confronti del dollaro a quota 1.4220. Sale l’oro a $951.50 l’oncia (+$14.00). Giu’ i Titoli di Stato Usa: il rendimento sul Treasury a 10 anni e’ salito al 3.67%.

Alle 15:00 (le 9:00 ora di New York) il contratto future sull’indice S&P500 e’ in rialzo di 5.10 punti (+0.54%) a 942.00.

Il contratto sull’indice Nasdaq 100 segna +2.75 punti (+0.18%) a 1530.75.

Il contratto sull’indice Dow Jones guadagna 38 punti (+0.44%) a 8735.00.