FUTURES: CALMA PRIMA DEL RAPPORTO SU OCCUPAZIONE

3 Luglio 2008, di Redazione Wall Street Italia

Ad un’ora e mezza dall’apertura delle borse i contratti sugli indici Usa sono contrastati ma poco distanti dalla parita’ (vedi quotazioni a fondo pagina) il che lascia prevedere un avvio piatto per l’azionario.

Con molte probabilita’ i volumi scambiati nell’arco della seduta saranno inferiori alla madia giornaliera a causa dell’assenza di alcuni operatori che hanno approfittato del lungo weekend (domani i mercati americani saranno chiusi per l’Independence Day) per un periodo di vacanza. Inoltre le contrattazioni su futures ed opzioni si chiuderanno in anticipo (19:00 ora italiana).

A mantenere vivo l’interesse a Wall Street, dopo l’ultima ondata di vendite, e’ l’importante rapporto occupazionale che sara’ pubblicato prima dell’apertura. Dopo il calo dei posti di lavoro nel settore privato, fatto registrare ieri dall’ADP Employment Report, gli analisti si aspettano un’ulteriore contrazione del mercato del lavoro nel settore non agricolo per il mese di giugno. Le stime sono per una perdita di 60 mila posti, mentre il tasso di disoccupazione dovrebbe scendere dal 5.5% di maggio al 5.4%.

Hai mai provato ad abbonarti a INSIDER? Scopri i privilegi delle informazioni riservate, clicca sul
link INSIDER

Intanto, nel comparto energetico, continua a spingersi al rialzo il petrolio, ad un nuovo record storico. Al momento i futures con scadenza agosto segnano un progresso di $1.58 a $145.15 al barile; il massimo assoluto e’ di $145.85.

Sul fronte societario, crolla il titolo della societa’ produttrice di schede grafiche Nvidia (NVDA), arretrato di oltre il 20% dopo aver tagliato l’outlook sui ricavi. L’azienda ha annunciato anche che sara’ costretta a pagare una somma pari a $200 milioni per risarcimento danni a causa del surriscaldamento di alcuni computer portatili causato dal malfunzionamento dei suoi chip.

Nel comparto aereo, luci puntate su AMR Corp. che, stando ad un articolo apparso sul Financial Times, sarebbe in trattative con British Airways ed Iberia per la formazione di un’alleanza internazionale.

Sugli altri mercati, sul valutario, l’euro e’ stabile a 1.5880 nei confronti del dollaro dopo che la BCE ha deciso come previsto di alzare i tassi d’interesse al 4.25% (primo rialzo in 13 mesi). In lieve flessione l’oro a $944.90 (-$1.60) l’oncia. In recupero i Titoli di Stato. Il rendimento sul Treasury a 10 anni e’ sceso al 3.94%.

Alle 14:00 (le 8:00 ora di New York) il contratto future sull’indice S&P500 e’ in rialzo di 0.40 punti (+0.05%) a 1263.40.

Il contratto sull’indice Nasdaq 100 segna -7.75 punti (-0.42%) a 1817.75.

Il contratto sull’indice Dow Jones perde 7 punti (-0.06%) a 11204.

parla di questo articolo nel Forum di WSI