FUTURES ANCORA POSITIVI MALGRADO IL BALZO DELLA DISOCCUPAZIONE

4 Settembre 2009, di Redazione Wall Street Italia

Si prospetta una seduta positiva per l’azionario americano, con i contratti sui principali indici borsistici che quando manca un’ora e mezzo all’avvio delle contrattazioni scambiano in rialzo.

Vuoi sapere cosa comprano e vendono gli Insider di Wall Street? Prova ad abbonarti a INSIDER: costa meno di 1 euro al giorno. Clicca sul link INSIDER

Nel mese di agosto l’occupazione nel settore non agricolo negli Stati Uniti e’ diminuita di 213 mila unita’, sui livelli piu’ bassi nell’arco di un anno. Il Dipartimento del Lavoro ha annunciato che le aziende hanno tagliato 216 posti in agosto, in flessione dalle 276 mila unita’ perse in luglio e in calo anche rispetto alle attese degli analisti.

Il tasso di disoccupazione, tuttavia, e’ tornato a salire al 9.7%, sui massimi degli ultimi 26 anni, dopo essere leggermente sceso al 9.4% in luglio. Gli analisti si aspettavano un dato del 9.5%. Cio’ significa che la peggior recessione degli ultimi 70 anni non ha intenzione di allentare la morsa sull’economia americana. La difficile situazione occupazionale e’ uno degli ostacoli piu’ ardui da superare per l’economia.

Sotto i riflettori l’incontro tra i ministri delle Finanze del G-20 a a Londra, dove si parlera’ di exit strategy. Secondo il parere di Usa e Gran Bretagna adottare strategie di uscita potrebbe essere ancora prematuro. Tuttavia, senza un punto comune tra i Paesi membri del G-20 in materia, la fiducia ufficiale nella ripresa globale potrebbe iniziare a vacillare.

I funzionari dei Paesi sviluppati discuteranno del limite di tempo fino a cui lasciare in atto le misure di stimolo fiscale e di rilancio economico, preferendo “coordinare le exit strategy” piu’ avanti. Su questo argomento, stando a quanto riportato dai media, ci sarebbero pero’ pareri divergenti.

Sugli altri mercati, i prezzi delle materie prime continueranno ad attirare l’attenzione degli investitori, dopo che ieri il contratto sull’oro ha chiuso sui massimi di sei mesi a quota $997.70. Oggi i futures ritracciano a $992.70 l’oncia (-$5.00).

Nel comparto energetico tenta di rimbalzare il greggio. I futures con consegna ottobre guadagnano $0.56 a $68.52 al barile. Sul valutario, l’euro si rafforzaa nei confronti del dollaro a quota $1.4259. In calo i Titoli di Stato Usa: il rendimento sul Treasury a 10 anni e’ salito al 3.3700% dal 3.3050% di ieri.

Alle 15:00 (le 9:00 ora di New York) il contratto future sull’indice S&P500 e’ in rialzo di 3.30 punti (+0.33%) a 1005.00.

Il contratto sull’indice Nasdaq 100 segna +5.50 punti (+0.34%) a 1609.50.

Il contratto sull’indice Dow Jones e’ in rialzo di 29 punti (+0.31%) a 9359.00.