FUTURE USA: SI PUNTA VERSO L’ALTO

27 Febbraio 2004, di Redazione Wall Street Italia

(WSI) NEW YORK – 27 FEBBRAIO – A due ore dall’inizio delle contrattazioni, i future sugli indici americani sono positivi.

Complice l’eccellente chiusura del Nikkei giapponese, il mercato americano, dopo una serie di sedute incolori, e’ per il momento ben impostato.

Gli spunti macroeconomici oggi verranno dalla revisione sulle stime della crescita del PIL USA nel quarto trimestre del 2003, prima dell’apertura.

A mercati aperti sara’ reso noto il dato rivisto sulla fiducia dei consumatori per il mese di febbraio, rilevato dall’Universita’ del Michigan. Immediatamente dopo sara’ la volta del Chicago PMI, l’indice che misura la salute del settore manifatturiero per l’area di Chicago.

Le attese del mercato sono rispettivamente per un calo dal 4% al 3.8% (PIL), un leggero rialzo da 93.1 punti a 94 (fiducia) e per un lieve ribasso da 65.9 a 63.5 (Chicago).

Sul fronte valutario il dollaro continua il momento di forza. L’euro (XEU) si e’ spinto al di sotto della soglia di $1.24 prima di risalire leggermente. Lo yen (XJY) si e’ riportato al di sopra di quota Y109, un livello che non si vedeva dal 2003.

Alle 13:30 (le 7:30 ora di New York) il contratto future sull’indice S&P 500 e’ in rialzo di 3.30 punti (+0.29%) a 1.146,50 punti.

Il contratto sull’indice Nasdaq 100 e’ in rialzo di 5.50 punti (+0.37%) a 1.481,00 punti.

Il contratto sull’indice Dow Jones sale di 22 punto (+0.21%) a 10.619 punti.

Sul mercato obbligazionario, l’ultima emissione del titolo del Tesoro USA a 10 anni fa registrare rendimenti al 4.02%.