FUTURE USA INDIFFERENTI
AL DATO MACRO

13 Maggio 2003, di Redazione Wall Street Italia

A meno di un’ora dall’inizio delle contrattazioni a Wall Street, i future sugli indici Usa sono ancora in territorio negativo.

Scarsa la reazione al dato sul deficit della bilancia commerciale di marzo. L’ampiezza del gap tra importazioni ed esportazioni e’ stata piu’ consistente del previsto, ma come si era detto in precedenza gli analisti ritengono prematuro sperare che la debolezza del dollaro corregga lo squilibrio.

Per quanto riguarda i profitti delle aziende, i comparti da tenere sotto osservazione nella giornata odierna sono tre:

Retail: Wal-Mart, JC Penney, Office Max

Energia: El Paso, Calpine, Williams Cos.

Media: Fox Entertainment, News Corp.

Da tenere d’occhio anche la farmaceutica Schering-Plough e il produttore di macchine da lavoro Deere.

Alle 14:45 (le 8:45 ora di New York) il contratto future sull’indice S&P 500 perde 3,20 punti (-0,34%), a 940,80 punti.

Il contratto sull’indice Nasdaq e’ in ribasso di 8,00 punti (-0,69%), a 1.152,00 punti.

Il contratto sull’indice Dow Jones scende di 25 punti (-0,29%), a 8.670 punti.

Sul mercato obbligazionario, l’ultima emissione del titolo del Tesoro USA a 10 anni fa registrare prezzi a 99,30 e rendimenti al 3,635%.

Verificare le quotazioni dei titoli in movimento nel preborsa aggiornate in tempo reale cliccando BOOK USA