FUTURE: MERCATI NEGATIVI PRIMA DELL’APERTURA

15 Marzo 2004, di Redazione Wall Street Italia

A un’ora dall’inizio delle contrattazioni, i future sugli indici Usa sono negativi.

Le preoccupazioni di una ripresa del terrorismo su scala globale, alimentate dalle probabili responsabilita’ di Al Qaeda nella strage di Madrid, pesano sui mercati americani.

Sul fronte economico, oggi in calendario alle 15:15 ora italiana i dati relativi a febbraio sulla Produzione Industriale e sulla Capacita’ di Utilizzazione degli Impianti. Le stime del mercato sono rispettivamente per un aumento dello 0.4% e per un valore del 76.4%.

Passando alle notizie societarie, da segnalare la vendita della divisione software da parte di EDS, seconda societa’ Usa di servizi hi-tech, a tre societa’ di investimenti. La cifra stabilita e’ $2.05 miliardi.

Alle 14:30 (le 7:30 ora di New York) il contratto future sull’indice S&P 500 e’ in calo di 3.60 punti (-0.32%) a 1.114,50 punti.

Il contratto sull’indice Nasdaq 100 perde 7.50 punti (-0.52%) a 1.424,50 punti.

Il contratto sull’indice Dow Jones arretra di 35 punti (-0.34%) a 10.165.

Sul mercato obbligazionario, l’ultima emissione del titolo del Tesoro USA a 10 anni fa registrare rendimenti al 3.72%.

Sullw valute, nella prima mattinata a New York il cambio euro/dollaro e’ 1.2293.