FUTURE: I CONTRATTI USA LIMANO I GUADAGNI

di Redazione Wall Street Italia
11 Luglio 2005 15:00

A mezz’ora dall’apertura delle borse i contratti sugli indici Usa sono positivi, ma in flessione rispetto alla rilevazione precedente.

Ad alimentare gli ordini di acquisto sono il calo del petrolio e l’ottimismo degli operatori sulla stagione degli utili societari.

I futures sul greggio sono in calo dopo che l’uragano Dennis ha superato il Golfo del Messico ed ha perso parte della sua forza. Il contratto sul greggio con scadenza agosto cede $1.16 a $58.47 al barile.

I numeri positivi di Alcoa della settimana scorsa (record storico di profitti) hanno diffuso un certo ottimismo tra gli operatori sugli utili societari del terzo trimestre. Oggi non sono attese trimestrali di societa’ dell’S&P 500, ma nel corso della settimana pubblicheranno i bilanci aziende del calibro di PepsiCo, Apple Computer e General Electric.

Sotto i riflettori Procter & Gamble: Prudential ha alzato il rating sul colosso dei prodotti di largo consumo a “overweight” da “neutral weight”.
Legg Mason ha ricevuto giudizi negativi da una rivista finanziaria.

Vedi decine di small e medium cap in forte crescita segnalate da
WSI nella rubrica Titoli Caldi, una delle 11 sezioni in tempo reale
riservate agli abbonati a INSIDER. Se non sei gia’ abbonato, clicca sul
link INSIDER

Sugli altri mercati, sono in calo i titoli di Stato. Il rendimento sul Treasury a 10 anni e’ al 4.13% contro il 4.10% della chiusura di venerdi’. L’oro e’ in rialzo di $1.2 a $425 all’oncia e l’euro viene scambiato a 1.2011 contro il dollaro.

Alle 15:00 (le 9:00 ora di New York) il contratto future sull’indice S&P 500 e’ in rialzo di 0.9 punti (+0.07%) a 1217.3 punti.

Il contratto sull’indice Nasdaq 100 avanza di 3 punti (+0.19%) a 1547.5 punti.

Il contratto sull’indice Dow Jones e’ in aumento di 8 punti (+0.08%) a 10480 punti.