FUTURE: CONTRATTI INVARIATI DOPO I DATI MACRO

25 Marzo 2004, di Redazione Wall Street Italia

A meno di un’ora dall’inizio delle contrattazioni, i future sugli indici americani sono leggermente in rialzo.

Non hanno sortito effetti significativi i dati su Prodotto Interno Lordo del quarto trimestre (+4.1%) e Sussidi di Disoccupazione della settimana scorsa (339.000). Entrambi gli indicatori si sono rivelati in linea con le attese del mercato.

L’attesa e’ ora per i dati help wanted index e vendite di case esistenti, in calendario alle 16:00 ora italiana..

Favoriscono il clima di moderato ottimismo alcune notizie incoraggianti sul fronte degli utili e l’andamento positivo delle borse estere.

Nell’after hour di mercoledi’ il gruppo di semiconduttori Micron Technology ha riportato una perdita trimestrale inferiore alle attese, anche se ha deluso le aspettative piu’ bullish sul piano del fatturato. Perdite in calo, inoltre, per Lattice Semiconductor. Acquisti nel preborsa, inoltre, sul colosso informatico Apple.

Alle 14:45 (le 8:45 ora di New York) il contratto future sull’indice S&P 500 e’ in rialzo di 5.00 punti (+0.54%) a 1.096,50 punti.

Il contratto sull’indice Nasdaq 100 avanza di 7.50 punti (+0.54%) a 1.394.0 punti.

Il contratto sull’indice Dow Jones e’ in progresso di 44 punti (+0.44%) a 10.080.

Sul mercato obbligazionario, l’ultima emissione del titolo del Tesoro USA a 10 anni fa registrare rendimenti al 3.74%. Sul fronte valutario, nella prima mattinata a New York il cambio euro/dollaro e’ 1.2115.