Fusione Mondadori-RCS Libri. Tempi più lunghi per accordo

27 Maggio 2015, di Redazione Wall Street Italia

ROMA (WSI) – Il consiglio di amministrazione di Rcs Mediagroup ha deciso di prorogare al 29 giugno il periodo di esclusiva concesso a Mondadori per la cessione eventuale di Rcs Libri, al fine di consentire il completamento del processo di due diligence. Lo rende noto un comunicato della società.

La stessa Mondadori aveva chiesto l’allungamento del termine.

Rcs MediaGroup ha comunicato che “le trattative esclusive per vendere la divisione di libri a Mondadori sono state estese al 29 giugno, dalla precedente scadenza del 29 maggio”.

Lo scorso 22 maggio Ernesto Mauri, amministrare delegato di Mondadori, a margine del convegno in corso al Borgo la Bagnaia( Siena), si era così espresso: “Mi auguro che la trattativa finisca presto. Se poi se c’è da allungare non è un problema. Ci mancherebbe altro che non finisca entro l’estate. Mica stiamo analizzando i conti della Nasa. Magari ci sarà qualche slittamento, ma di qualche settimana”.

“La nostra è una scelta convinta strategica, importante. Siamo convinti più di prima”.

Verso la metà di febbraio la casa editrice Mondadori ha presentato un’offerta non vincolante per acquistare la divisione libri di RCS MediaGroup. Attraverso l’acquisto di RCS Libri, Mondadori – guidata da Marina Berlusconi, figlia dell’ex premier Silvio Berlusconi – aumenterebbe la quota di mercato in Italia, mentre con la vendita della sua divisione, RCS riceverebbe cash necessario per tagliare il debito.

A Piazza Affari, RCS è piatta a 1,2180 euro, mentre Mondadori avanza appena +0,19% a quota 1,0630.