Francia pronta ad attaccare Isis in Libia. Con l’aiuto dell’Italia

23 Dicembre 2015, di Laura Naka Antonelli

ROMA (WSI) – La Francia si starebbe preparando a lanciare un’azione militare contro l’ ISIS in Libia, nella prima metà del 2016. E’ quanto riporta Bloomberg, sulla base delle indiscrezioni pubblicate stamattina da Le Figaro.

Secondo il quotidiano francese, Parigi starebbe tentando di convincere gli alleati a lanciare un’offensiva congiunta e l’Italia, sempre stando ai rumor, sarebbe pronta a partecipare a una coalizione per sconfiggere lo Stato Islamico nel paese.

Sebbene sostenga l’accordo di pace raggiunto tramite le Nazioni Unite e firmato dalle diverse fazioni libiche lo scorso 17 dicembre, la Francia dopo i tragici attentati terroristici di Parigi dello scorso 13 novembre avrebbe intenzione di agire in modo più incisivo e sarebbe in trattative con il Regno Unito, gli Stati del Golfo e i paesi del Nord Africa, inclusi Algeria, Egitto e Tunisia.

Le Figaro ha riportato le indiscrezioni di alcune fonti vicine al ministero francese della Difesa.

Nelle ultime ore Laurent Fabius, ministro degli Esteri francese, ha offerto il sostegno della Francia a Fayyez al-Sarraj, il candidato più probabile a prendere l’incarico di primo ministro nel nuovo governo libico. L’esecutivo dovrebbe insediarsi a gennaio dopo il fragile accordo raggiunto all’inizio del mese. Fabius ha telefonato a Sarraj, rassicurandolo sul fatto che la Francia:

“sarà al fianco del popolo libico per affrontare le sfide a cui fa fronte il paese, iniziando con il rendere sicura la capitale e assicurando il ritorno della stabilità e la lotta contro il terrorismo“.