FORBES GIRA PAGINA?

1 Ottobre 2007, di Redazione Wall Street Italia

E’ quasi un anno da quando la rock star Bono degli U2 e i suoi soci di Elevation Partners hanno comprato il 40% del gruppo editoriale Forbes, in un’acquisizione che ha lasciato di stucco il mondo dei media e Wall Street. Ebbene, 12 mesi dopo, la famiglia Forbes ha appena venduto lo storico palazzotto che ha fatto per decenni da quartier generale al Greenwich Village (sulla Fifth Avenue all’angolo con 12th Street) con la bella collezione di arte contemporanea; la famiglia ha deciso anche di sbarazzarsi dei due elicotteri nonche’ di chiudere tutte le riviste del gruppo non redditizie (e con il boom internet sono molte). Cosi’ i rumor hanno cominciato a circolare a New York City.

E mentre Steve Forbes (ex candidato alla Casa Bianca) e i tre fratelli Timothy, Robert e Christopher – che hanno guidato l’azienda dalla morte del padre Malcolm Forbes, nel 1990 – in pubblico dicono di voler far crescere una quarta generazione per gestire l’impero editoriale di famiglia, osservatori all’interno e all’esterno della societa’ scommettono che cio’ non accadra’ mai.

Il primo milione (di euro) e’ sempre il piu’ difficile. Hai mai provato ad abbonarti a INSIDER? Scopri i privilegi delle informazioni riservate, clicca sul
link INSIDER

E i rumor su che si basano, allora? L’ipotesi e’ che l’affare con Bono e i suoi soci di Elevation Partners avra’ come esito l’uscita della dinastia Forbes dal settore media, con la vendita a terzi dell’intero gruppo oppure con la quotazione in borsa tramite Ipo (initial public offering). L’azienda e’ valutata secondo le stime correnti $750 milioni, basandosi sull’acquisizione del 40% effettuata da Bono l’anno scorso con un investimento di $300 milioni. Secondo le voci, la famiglia avrebbe incassato dalla transazione $200 milioni, mentre circa $100 milioni sarebbero stati reinvestiti nell’azienda.