FONTI: RIALZO TASSI CINA SEMPRE PIU’ VICINO. FORSE NEL II TRIMESTRE

7 Aprile 2010, di Redazione Wall Street Italia

La Cina potrebbe alzare i tassi di interesse nel secondo trimestre e la crescita dell’economia potrebbe raggiungere il 9,5% quest’anno. E’ quanto riporta il China Securities Journal, citando Li Daokui, consigliere della Banca centrale.

Li, uno dei tre consiglieri della Banca del Popolo cinese, ha detto in un’intervista al giornale che la crescita economica potrebbe superare l’11% nel primo trimestre, ma rallentera’ nella seconda meta’.

La Cina potrebbe alzare i tassi di interesse se l’inflazione superasse il 3% in certi mesi e la mossa non sara’ messa in relazione con le decisioni sui tassi degli Stati Uniti.

Intanto la Banca centrale giapponese ha lasciato i tassi invariati allo 0,1% e ha affermato contestualmente che l’economia e’ in ripresa.

“L’economia giapponese – si legge in una nota della Boj – ha mostrato un’accelerazione grazie al miglioramento delle condizioni dei Paesi stranieri e grazie alle misure di stimolo adottate dai politici, anche se ancora non c’e’ uno slancio che puo’ muovere una ripresa autosufficiente della domanda interna”.

Da tempo l’attenzione degli operatori è su quelle che saranno le prossime mosse di politica monetaria delle principali banche mondiali.

Indicazioni sulla strategia della Fed sono arrivate ieri, con la pubblicazione delle minute relative alla riunione dello scorso 16 di marzo. Dal testo risulta che se l’istituto potrebbe decidere di mantenere i tassi di interesse sui minimi storici per “un esteso periodo di tempo”. Ma questo non significa che Bernanke non sia pronto ad agire alzando il costo del denaro non appena le condizioni lo permettano.