FONDI: GESTORI PIU’ PREOCCUPATI RECESSIONE USA

13 Marzo 2001, di Redazione Wall Street Italia

La banca d’affari Merrill Lynch ha pubblicato oggi il risultato del sondaggio mensile effettuato presso 222 gestori di fondi d’investimento in tutto il mondo, per una valore patrimoniale totale di $8.664 miliardi.

Il report, effettuato tra il 2 marzo e il 7 marzo, mette in evidenza i seguenti punti:

– globalmente i gestori sono preoccupati dello stato di salute dell’economia USA, e una percentuale di loro (in crescita costante dal dicembre 2000) ritiene che le probabilita’ di una recessione siano aumentate. Solo il 10% dei manager interpellati credono in un rapido recupero dell’economia statunitense.

– i gestori di fondi sono invece ottimisti circa lo stato di salute dell’economia europea. Il Vecchio Continente gode delle previsioni di crescita del PIL piu’ alte di tutte le aree economiche mondiali. L’84% dei manager ritiene che tale livello di crescita’ permettera’ all’economia europea di distaccarsi almeno parzialmente da quella americana.

– gli stessi manager pero’ non ritengono che i bilanci delle societa’ europee siano immuni dal rallentamento di quella USA. Questa considerazione li ha portati, assieme a tutti i ‘fund manager’ del mondo, a ridurre le previsioni sugli utili delle societa’.

– un cifra molto alta di manager considera globalmente i titoli azionari sottovalutati, e benche’ la possibilita’ di ulteriori ribassi sia stimata al 20%, la maggior parte si dice pronta a nuovi acquisti grazie a un’ottima liquidita’ di cassa.

E’ opinione diffusa che il catalizzatore per l’inizio di un trend rialzista dei mercati azionari sia un allentamento della politica monetaria da parte delle banche centrali mondiali.

La seguente tabella illustra la composizione del campione di gestori di fondi interpellati per il sondaggio.

Sede negli:

numero

Fondi gestiti

USA

28

$2.011 mld

Europa continentale

70

$2.260 mld

Gran Bratagna

61

$3.147 mld

Giappone

29

$810 mld

Asia e Pacifico

16

$314 mld

Sud Africa

18

$122 mld

Totale

222

$8.664 mld

Fonte: Merrill Lynch