Fondatore LinkedIn spiega come non perdere dipendenti più preziosi

16 Luglio 2014, di Redazione Wall Street Italia

NEW YORK (WSI) – I tempi sono cambiati e di conseguenza il mondo in cui viviamo, la società e anche il campo lavorativo hanno subito parecchi scossoni. Il vecchio concetto di fiducia tra datori di lavoro e lavoratori non c’è più, si é rotto.

Oggi giorno infatti le aziende accolgono i nuovi assunti nella loro “famiglia” con l’avvertenza che possono essere licenziati in qualsiasi momento e per qualsiasi motivo.

I dipendenti professano lealtà ma, anche loro, qualora ricevono un’offerta di lavoro migliore scappano e vanno ad affrontare nuove strade e avventure.

Proprio il confondatore di LinkedIn, Reid Hoffman, sostiene che questo rapporto “disonesto” sta causando alle aziende la perdita del loro personale più prezioso.

Nel nuovo libro “The Alliance: Managing Talent in the Networked Age”, Hoffman e gli imprenditori Ben Casnocha e Chris Yeh spiegano come i datori di lavoro possono e devono attrarre e trattenere i migliori dipendenti, attraverso la formazione di alleanze in cui tutti escono vincitori.

Gli autori hanno creato una presentazione che illustra i principi del loro libro.

Hoffman e i leader di LinkedIn hanno mostrato come far crescere un’azienda facendola diventare un punto di riferimento. L’esempio è proprio quello di LinkedIn nella Silicon Valley, con una capitalizzazione di mercato di 20 miliardi di dollari.