Fmi si prepara a salvare la Spagna

31 Maggio 2012, di Redazione Wall Street Italia

NEW YORK – Il Fondo Monetario Internazionale (Fmi) ha avviato trattative per un piano d’emergenza per la Spagna. Lo riporta il Wall Street Journal, sottolineando che il Dipartimento europeo del Fmi ha iniziato a discutere un piano per un prestito alla Spagna nel caso in cui Madrid non dovesse riuscire a raccogliere i fondi per il salvataggio di Bankia.

Secondo il Wall Street Journal un prestito di tre anni per la Spagna potrebbe essere fino a 300 miliardi di euro, anche se un eventuale salvataggio potrebbe coinvolgere prestiti di minore ammontare a breve scadenza.

Le discussioni su un eventuale aiuto alla Spagna – afferma la Cnbc – sarebbero interne al Fmi. “Non è strano che un dipartimento del Fmi inizi a preparare piani che potrebbero essere presentati al board del Fmi se ce ne fosse bisogno”. Il Fmi – afferma un portavoce del Fondo con l’agenzia Bloomberg – è preparato per ogni evenienza e ha sempre piani di emergenza.

Il ministro dell’Economia spagnolo, Luis de Guindos, ha detto oggi che le “voci” secondo cui Madrid starebbe discutendo con il Fondo monetario internazionale (Fmi) un piano di salvataggio finanziario non hanno “alcun senso”. “Ho voluto smentire queste voci che sono senza fondamento”, ha detto nel corso di una conferenza economica trasmessa in tv.

Christine Lagarde, direttore del Fondo monetario internazionale, ha smentito l’esistenza di un piano di sostegno finanziario alla Spagna. “Non esiste alcun piano di questo tipo – ha detto – non abbiamo ricevuto alcuna richiesta a riguardo e non stiamo operando su nuove manovre di aiuti finanziari”. Il numero uno dell’Fmi, intervenuto al termine di un incontro con il vicepresidente spagnolo Soraya Sàenz de Santamaria, ha smentito così le indiscrezioni riportate dal Wall Street Journal. Il quotidiano americano aveva scritto che l’Fmi avrebbe avviato trattative per un piano di emergenza volto a finanziare la Spagna nel caso in cui Madrid non dovesse riuscire a raccogliere i fondi per il salvataggio di Bankia.