Fitch: Francia ‘negativa’. E per Italia e Spagna bocciatura in arrivo

16 Dicembre 2011, di Redazione Wall Street Italia

Fitch ha cambiato in “negativo” le prospettive economiche della Francia, pur mantenendo per ora il rating tripla A, e messo sotto osservazione l’Italia assieme ad altri cinque paesi dell’area euro per possibili declassamenti dei rispettivi rating.

Con un comunicato diffuso a mercati chiusi, l’agenzia ha spiegato che la decisione implica “accresciute probabilità di declassamenti sul breve termine” e che conta di decidere entro la fine di gennaio. I possibili declassamenti dovrebbero risultare di uno o due gradini. All’Italia al momento Fitch assegna un rating ‘A+’. Gli altri paesi messi sotto osservazione sono Spagna, Belgio, Irlanda, Slovenia e Cipro, per i quali vale la definizione “Rating Watch Negative”.

Fitch Ratings, una societa’ europea con sede a Londra, ha citato nel comunicato che spiega i passi decisi oggi con “il fallimento dell’Europa nel trovare una soluzione definitiva alla crisi dei debiti sovrani”. Fitch afferma in un comunicato diffuso a Londra di attendersi di completare il processo di revisione dei rating per tutti i paesi indicati entro la fine di gennaio.

“Senza una soluzione piena la crisi in Europa continuera’ – scrive Fitch – scandita da episodi di pericolosa volatilita’ del mercato finanziario, e cio’ costituira’ una particolare fonte di rischio per i governi sovrani di quei paesi con livello di debito pubblico, obbligazioni contingenti, necessita’ di finanziamento dei settori fiscali e finanziari alti relativamente ai rating dei paesi vicini della stessa area”.