Fineco, a ottobre raccolta netta per 708 milioni di euro

8 Novembre 2022, di Alessandra Caparello

Utile netto in crescita a 302,7 milioni (+17,7% anno su anno) e raccolta netta nel mese di ottobre pari a 708 milioni di euro per Fineco, che alza il velo sui conti relativi ai primi nove mesi del 2022. Alessandro Foti, amministratore delegato e direttore generale di FinecoBank, ha commentato:

“In uno scenario che si differenzia fortemente rispetto al recente passato, la capacità di Fineco di proseguire nel proprio percorso di solida crescita conferma ancora una volta l’efficienza di un modello di business in grado di affrontare al meglio ogni fase di mercato. Il contributo di Fineco Asset Management si riflette nei risultati positivi dell’area Investing, in netto miglioramento rispetto a un anno fa, permettendo di attuare nuove iniziative per rendere la consulenza finanziaria sempre più accessibile ai risparmiatori e favorire una gestione più professionale del risparmio. Anche i solidi dati di raccolta di ottobre evidenziano l’orientamento da parte della clientela a mantenere o incrementare la propria esposizione ai mercati, indipendentemente dalla volatilità delle borse. Per queste ragioni Fineco si trova nella posizione ideale per beneficiare di un ulteriore sviluppo futuro”.

I dati sulla raccolta netta

Nel mese di ottobre la raccolta netta di Fineco si è confermata robusta, raggiungendo 708 milioni ed evidenziando sia la solidità del percorso di crescita intrapreso da Fineco, sia l’orientamento della clientela a proseguire nei propri investimenti anche in una fase di mercato complessa. L’asset mix vede infatti la componente gestita positiva per 97 milioni, l’amministrata attestarsi a 306 milioni e la raccolta diretta pari a  306 milioni.

I ricavi del brokerage sono stimati per il mese di ottobre a 14 milioni, in rialzo di circa il 20% rispetto alla media mensile del periodo 2017/2019. Da inizio anno i ricavi stimati ammontano a circa 163 milioni.

Guardando a Fineco Asset Management (FAM), nel mese di ottobre ha registrato 100 milioni di raccolta retail, con un forte interesse della clientela in particolare per i nuovi prodotti rivolti agli investitori prudenti caratterizzati da un’elevata protezione. La raccolta progressiva al 31 ottobre 2022 è pari a 2 miliardi per le classi retail e a 1,6 miliardi per quelle istituzionali, portando le masse complessive di FAM a 25,1 miliardi: € 15,1 miliardi nella componente retail (+5% anno su anno) e 10 miliardi in quella istituzionale (+20% a/a). L’incidenza della componente retail rispetto al totale degli asset della banca è salita al 29,5% rispetto al 26,7% di un anno fa.

Il patrimonio totale si è attestato a 104,9 miliardi, sostanzialmente in linea rispetto a un anno fa. In particolare, le masse del private banking si attestano a 44,6 miliardi.

Infine, nel mese di ottobre sono stati acquisiti 8.999 nuovi clienti, portando il dato da inizio anno a 79.885. Confermato il trend di miglioramento della base della clientela maggiormente interessata ad investire, e il contestuale aumento dei total financial asset relativi ai nuovi conti aperti. Il numero dei clienti totali al 31 ottobre 2022 si è attestato a 1.474.381.

Fineco: i risultati dei primi nove mesi dell’anno

Fineco ha registrato ricavi dei primi nove mesi del 2022 a 684,1 milioni, in crescita del 14,6% rispetto ai 596,9 milioni dello stesso periodo dell’esercizio precedente.

Le commissioni nette al 30 settembre 2022 ammontano a 346,6 milioni ed evidenziano un incremento del 6,8% rispetto ai 324,4 milioni dei primi nove mesi del 2021. L’incremento, si legge nella nota, è riconducibile all’aumento delle commissioni nette relative all’area investing (+17,8% anno su anno) grazie al maggior contributo di Fineco Asset Management. Si evidenzia inoltre la crescita delle commissioni dell’area banking a 41,8 milioni (+17,4% anno su anno).

L’utile lordo si attesta a 423,6 milioni, in crescita del 16,4% rispetto ai 363,8 milioni dei primi nove mesi del 2021, mentre l’utile netto di periodo è pari a 302,7 milioni ed evidenzia un incremento del 17,7% anno su anno. Fineco rende noti anche i risultati del terzo trimestre che vedono ricavi pari a 219,8 milioni, in aumento del 5,4% rispetto al trimestre precedente e del 13,6% rispetto al terzo trimestre 2021, principalmente per il contributo del margine finanziario.

Fineco vede rosa per il futuro. Le attuali aspettative per il 2022 e il 2023 sono fortemente migliorate rispetto alle precedenti grazie al modello di business diversificato, poiché l’aumento atteso del margine finanziario è sensibilmente più alto rispetto al leggero calo nella crescita dei ricavi investing.