Finanza sostenibile: la chiave per la crescita è la digitalizzazione

9 Ottobre 2019, di Alessandra Caparello

Il futuro del settore bancario è in due parole, digitalizzazione e sostenibilità, cosa che confermano anche i diretti interessati, le banche. Per realizzare il pieno potenziale del sistema bancario è necessario collegare digitalizzazione e sostenibilità come ha affermato Antoni Ballabriga, global head of Responsible  di BBVA, gruppo bancario spagnolo, nonché a capo del Gruppo di lavoro sulla Finanza Sostenibile della Federazione Bancaria europea, organizzazione alla quale appartengono 5.000 banche europee che operano in 32 Paesi.

Nel corso dell’European Banking Summit, tenutosi a Bruxelles il 2 e 3 ottobre scorso, nel suo intervento Ballabriga ha sottolineato quali sono le principali aree in cui la digitalizzazione è essenziale per le banche al fine di promuovere lo sviluppo sostenibile. In primis, Ballabriga ha parlato di “inclusione finanziaria attraverso l’identificazione digitale, l’uso di big data e intelligenza artificiale”. Ballabriga ha poi fatto riferimento all’integrazione della sostenibilità nel processo decisionale di persone e aziende attraverso la consulenza basata sui dati, nonché l’uso delle tecnologie blockchain “non solo per migliorare l’efficienza di processi, ma anche per collegare i dati di impatto sociale con gli investitori, rafforzando così la trasparenza.

Ballabriga ha poi sottolineato l’importanza di utilizzare i dati legati alla sostenibilità per una progressiva integrazione dei rischi ambientali e sociali nella gestione del rischio delle banche  e infine ha rimarcato come la digitalizzazione sia essenziale per la costruzione di ecosistemi e alleanze con altri attori di altri settori che collegano nuove tecnologie e creano nuovi modelli di business. Ma tutte queste opportunità, precisa Ballabriga, comportano anche sfide da affrontare.

In questo nuovo scenario è necessario lavorare su una maggiore educazione finanziaria e digitale, un miglioramento delle infrastrutture e un adeguato quadro normativo (…) Il cambiamento di cui abbiamo bisogno è enorme e la digitalizzazione può accelerare radicalmente non solo la mobilitazione di fondi per lo sviluppo sostenibile, ma può anche migliorare l’uso di questi fondi attraverso una migliore gestione del loro impatto sociale.