FIAT: SEQUESTRATI TRE DIRIGENTI, POI LIBERATI

9 Aprile 2009, di Redazione Wall Street Italia

Tre dirigenti della Fiat sono stati rinchiusi da alcuni lavoratori in una stanza del centro vendite in Chausee’ de Louvain, a Bruxelles.

La notizia e’ stata confermata dalla societa’. I dirigenti sono due belgi e un italiano, il sequestro e’ avvenuto durante la trattativa per il piano di esuberi che prevede il taglio di 24 dipendenti su un totale di 90.

I tre sono stati bloccati da 24 lavoratori di una delle concessionarie della Fiat a Bruxelles, che rischia la chiusura dopo il 9 aprile.


I tre dirigenti Fiat che erano nella concessionaria di Bruxelles nella quale sembrava fossero trattenuti dai lavoratori, come loro stessi avevano lasciato intendere, hanno lasciato la sede alle 18.30, tutti e tre insieme in un’auto con autista. Nessuno di loro ha rilasciato dichiarazioni ai giornalisti. I lavoratori hanno precisato che “non li abbiamo mai sequestrati, erano dentro per loro scelta, infatti sono andati via ma la trattativa resta rotta”.