Fiat: “Non vi dico Buy”, scherza Marchionne

21 Ottobre 2010, di Redazione Wall Street Italia

”Non vi dico Buy” cosi’ Sergio Marchionne, Ad del gruppo Fiat, concludendo, in modo scherzoso, la conference call con gli analisti. ”So che il grande punto interrogativo e’ il valore della nostra opzione nella Chrysler” ha proseguito l’Ad ribadendo l’intenzione di Fiat di salire al 35% di Chrysler entro il 2011. Fiat attualmente al 20% della casa automobilistica Usa, secondo gli accordi salira’ al 25% con l’inizio della produzione della nuova 500 negli Usa, previsto per il prossimo anno. Per raggiungere il 51% di Chrysler, la casa automobilistica Usa dovra’ invece prima restituire gli aiuti pubblici ricevuti dall’amminstrazione Usa.

Per l’auto, il primo trimestre del 2011 sarà più debole rispetto al primo trimestre 2010. Parola di Sergio Marchionne, numero uno di Fiat. Marchionne motiva questa affermazione tenendo conto del fatto che il primo trimestre 2010 è stato aiutato anche grazie all’effetto degli incentivi. L’amministarore delegato di Fiat, durante la conference call dopo la pubblicazione oggi dei risultati del Lingotto, ha detto che il mercato dell’auto continuerà, invece, ad avere un andamento migliore sui mercati dell’America Latina dove la performance sarà più forte rispetto ai mercati europei.

“Siamo contenti” visto i risultati “eccellenti” ottenuti nel terzo trimestre 2010, ha detto Marchionne. Questi risultatti sorprendenti hano spinto il Lingotto ad alzare “i target di redditività per quest’anno”, lasciando basiti molti osservatori.