FIAT, MEDIASET E OLIVETTI PROTAGONISTE A MILANO

5 Febbraio 2000, di Redazione Wall Street Italia

La settimana appena trascorsa in borsa sarà certamente ricordata come una delle più frizzanti degli ultimi anni. E tranne lunedì la corsa è stata tutta in crescendo.

Alla fine l’indice Mibetl si è trovato sopra i 30.000 punti, a quota 30.301, con un rialzo settimanale del 5,89% e con scambi superiori ai 10 mila miliardi di lire.

I principali titoli del listino sono stati finalmente protagonisti, anche se con diversi motivi, delle sedute. Innanzitutto FIAT per le ricorrenti voci poi smentite di un’alleanza internazionale ha vissuto momenti di vera e propria esaltazione con numerose sospensioni per eccesso di rialzo.

E nonostante le vendite di venerdì il titolo della casa torinese ha chiuso la settimana con un +6,63%; con record per le risparmio +9,52% e le Fiat privilegiate a +15,24%.

Anche l’annunciata opa di COMPART su MONTEDISON ha fatto chiudere la settimana ai due titoli con rispettivamente un +12,98% e un +19,95%, mentre le Montedison risparmio hanno guadagnato un eccelente +27,4%.

Trascurato invece il settore bancario tranne MEDIOBANCA (regista dell’operazione sopra citata) che ha guadagnato un +9,8%.

Non hanno fatto brutta figura anche questa settimana i titoli delle telecomunicazioni. In testa a tutti il titolo MEDIASET, anche in questo caso per voci di un’offerta su Seat.

Mediaset ha chiuso con un rialzo settimanale del +19,21% e Seat Pagine Gialle +13,14%.

E le possibili nuove scalate o alleanze hanno galvanizzato anche i titoli del Gruppo di Ivrea.
OLIVETTI, per la possibilità dell’arrivo di un nuovo socio, hanno chiuso a +10,80%. TELECOM, spinta dall’accordo Mannesmann-Vodafone, si è mantenuta per l’ennesima settimana sugli spalti chiudendo a +15,42% vicino ai 20 euro per azione.

Sostenuti anche gli acquisti su TISCALI che ha concluso l’ottava a +3,66% vicino ai 500 euro.

Ferma invece ENEL: in 5 giorni solo un misero +0,17%. Un pò meglio ENI a +1,38%.

Discreto interesse anche per i titoli legati ai progetti e all’assegnazione delle Grandi Stazioni. Benetton a fine settimana ha guadagnato il 2,37%, Pirelli l’1,45%.