FED: ECONOMIA IN MIGLIORAMENTO, ANCHE SE…

20 Maggio 2009, di Redazione Wall Street Italia

Secondo la Federal Reserve l’economia statunitense dovrebbe migliorare nei prossimi mesi, tuttavia la Banca Centrale ha rivisto al ribasso le stime per quanto riguarda l’intero 2009. E’ quanto emerge dai dettagli dell’ultima riunione, svoltasi il 29 aprile scorso.

Il presidente della Fed, Ben Bernanke, e i suoi colleghi ritengono che i fatturati aziendali e la produzione industriale inizieranno a recuperare gradualmente terreno verso la fine dell’anno, con le misure di rilancio economico messe a punto dall’amministrazione Obama e gli sforzi compiuti dalla Banca Centrale per porre fine alla piu’ grave recessione del Paese degli ultimi settant’anni che incominciano a dare i primi frutti.

La Fed, che nei documenti dice di aver riscontrato segnali di un rallentamento della contrazione nel trimestre in corso, ora si aspetta che l’economia subisca una contrazione dell’ordine dell’1,3-2% nel 2009. Le previsioni antecedenti erano per una flessione compresa dello 0,5-1,3%. Per quanto riguarda il mercato del lavoro, il tasso di disoccupazione potrebbe avvicinarsi al 10%, in rialzo dall’8,8% stimato in precedenza.