FCA: asse con Peugeot nelle auto elettriche

1 Aprile 2019, di Mariangela Tessa

Il gruppo automobilistico FCA resta al centro delle speculazioni su una prossima operazione di fusione e partnership con un altro big delle quattro ruote. Dopo le indiscrezioni del Financial Times su un possibile accordo con Nissan-Renault, Bloomberg rilancia la carta Peugeot.

Secondo l’agenzia stampa americana, i due gruppi starebbero esplorando la possibilità di creare una “super piattaforma” europea allo scopo di condividere gli investimenti sempre maggiori che il mercato richiede.

Secondo fonti ben informate, l’avvio dei colloqui preliminari potrebbe essere reso noto entro la fine del primo semestre. Ogni eventuale partnership includerà probabilmente la condivisione di investimenti per nuove auto elettriche.

FCA e PSA: condivisione investimenti nelle auto elettriche

“Nessuna singola casa automobilistica da sola può permettersi la dimensione degli investimenti necessari per sviluppare piattaforme per il tipo di veicoli intelligenti, ibridi e connessi che si imporranno nei prossimi anni”, ha detto Carlo Alberto Carnevale Maffe, professore all’Università Bocconi di Milano a Bloomberg.

“I colloqui tra PSA e FCA, oltre a quello di BMW e Daimler, sono un chiaro segnale che l’industria deve trovare un nuovo equilibrio sui prodotti e servizi finali, sfruttando l’inevitabile cooperazione nello sviluppo della tecnologia e nel supporto delle infrastrutture”.

Secondo le stime Bloomberg, la vendita di veicoli elettrici dovrebbe espandersi a livello globale a 60 milioni l’anno nel 2040 da circa 2,2 milioni nel 2019.

Positivo l’andamento del titolo che, in mattinata, sale più del mercato mettendo a segno un aumento superiore all’1%.