Famiglie: il vero welfare sono i nonni. Una stima del loro compenso

2 Ottobre 2020, di Alessandra Caparello

Famiglie: il vero welfare sono i nonni. Ecco quanto dovrebbero percepire di compenso

Chi ha figli lo sa: l’aiuto dei nonni, specie per chi lavora, è fondamentale e prezioso, il vero welfare delle famiglie italiane.

Ma se fosse un lavoro regolarmente retribuito, quanto dovrebbero essere pagati i nonni? A fare i conti è il portale Prontopro.it secondo cui, prendendo in considerazione tutte le mansioni  svolte, e le relative paghe orarie riconosciute a chi esercita gli stessi mestieri come lavoratore professionista, attingendo ad un database di 600.000 professionisti, suddivisi su 500 categorie di servizi, il salario per i nonni si attesterebbe intorno ai 3.200 euro al mese.

“Servirebbe un bonus ad hoc per i nonni, un riconoscimento pubblico del loro ruolo sociale, alla stregua del bonus baby sitter”, conclude Alice Figaroli, responsabile comunicazione di prontopro.it.

Il welfare sono i nonni, quanto dovrebbero essere pagati

Il vero welfare sono i nonni. Da autisti privati, accompagnano i nipoti a scuola e alle attività pomeridiane, sport e musica, servizio che, se fosse remunerato, prevederebbe un compenso di circa 20 euro all’ora.

I nonni sono anche chef a domicilio che dovrebbero percepire in media 55 euro a commensale. Grande il loro aiuto anche nello svolgimento dei compiti, servizio che in genere è pagato circa 20 euro all’ora.

Ma dopo lo studio è tempo di divertirsi: diventando dei veri e propri animatori, i nonni percepirebbero un compenso orario di 50 euro. Ma sono anche un valido aiuto psicologico per risolvere i piccoli e grandi problemi che spesso i bambini e gli adolescenti possono incontrare nel cammino della vita, una consulenza psicologica che potrebbe costare fino a 55 euro all’ora.

Infine i nonni spesso aiutano anche nella gestione della casa, stirando o riordinando, attività che darebbero diritto ad un compenso di 15 euro all’ora.