Facebook: Visa e Mastercard verso l’addio al progetto Libra

3 Ottobre 2019, di Alessandra Caparello

I grandi colossi come Visa e Mastercard si ritirano dal grande progetto Libra lanciato da Facebook. Presentata al mondo intero pochi mesi fa, Libra è una criptovaluta virtuale, una moneta elettronica che verrà utilizzata per l’acquisto di beni e servizi o per l’invio di denaro in modo istantaneo e che verrà lanciata l’anno prossimo insieme a un grande ecosistema finanziario che la porterà a diventare una moneta globale.

La criptomoneta non sarà gestita da Facebook, ma una blockchain governata da un’associazione senza scopo di lucro sostenuta da una serie di aziende e organizzazioni, Libra Association, con sede a Ginevra, Svizzera, anche se il social network ha in programma di trarne profitto con la nuova divisione Calibra. Al progetto ‘Libra’ hanno aderito 30 aziende globali – da Visa a Mastercard, da Paypal a Uber fino a Vodafone – e altre 70 aziende sono pronte ad aderire al progetto in futuro. E ora alcuni di questi colossi battono la ritirata.

Come riporta il Wall Street Journal, Visa e Mastercard, insieme ad altri partner commerciali di cui non è stato rilasciato il nome, starebbero riconsiderando la loro partecipazione al progetto, e questo a causa della crescente opposizione da parte di numerose autorità di regolamentazione. Prime fra tutte la Federal Reserve e il Congresso Usa preoccupate in merito alla questione della protezione dei dati personali degli utenti. I due colossi, riporta il WSJ, avrebbero bocciato la richiesta di Facebook di esprimere pubblicamente l’appoggio all’iniziativa. Un ripensamento che fa paura al social di Zuckerberg e che si ripercuote in borsa. Ieri il titolo ha chiuso a Wall Street in calo dello 0,69%.