Eurozona sprofonda sempre di più in deflazione

30 Gennaio 2015, di Redazione Wall Street Italia

ROMA (WSI) – È ufficiale: l’area euro è impantanata in una fase di deflazione. In gennaio si è infatti accentuato il calo dei prezzi al consumo nell’area euro, secondo la stima preliminare fornita da Eurostat. La discesa è pari a quella vista nel luglio 2009, quando l’area euro stava andando dritto verso un periodo di recessione.

Nel dettaglio le previsioni anno su anno per il mese in corso dicono che i prezzi al consumo nell’area euro scenderanno -0,6%, a fronte di attese per -0,5%. Il mese precedente il risultato era stato di -0,2%.

Da parte sua, l’inflazione Core crescerà dello 0,5% (stime 0,7%, mese precedente +0,7%). Il dato segue il meno 0,2 per cento di dicembre che era stato il primo valore negativo segnato dall’inflazione fin dal 2009.

A inizio gennaio, a causa dei rischi di deflazione, la Bce ha annunciato un ampio piano di acquisti di titoli di Stato. Il tempismo di Mario Draghi potrebbe essere ora messo in discussione.

(DaC)