EUROLANDIA: PRODUZIONE INDUSTRIALE IN CALO

1 Settembre 2000, di Redazione Wall Street Italia

In calo la produzione industriale europea dopo mesi di aumenti: a giugno si è registrata una flessione mensile dello 0,4% nella zona euro e dell’1,1% nella Ue-15.

Le maggiori diminuzioni mensili sono state in Danimarca (-10,6%), Germania (-3,8%), Francia (-0,6%) e Italia (-0,7%).

Rispetto al giugno 1999 la produzione industriale è cresciuta del 3,8% nella zona euro e del 3,7% nell’intera Ue, in calo rispetto a maggio (+8,1% per la zona euro e +7,2% nella Ue).

Diversamente è andata in Olanda, dove si è registrato un aumento mensile del 2,8% dopo un calo dei due mesi precedenti. Altri aumenti in Lussemburgo (+4,5%), Portogallo (+0,8%), Finlandia (+0,1%) e Regno Unito (+0,1%).

Su base annua la produzione industriale è cresciuta di più in Finlandia (+11%), Lussemburgo (+7,3%, dato provvisorio), Olanda (+5,1%), Italia (+4,6%), Germania (+3,8%) e Regno Unito (+2,6%). Cali in Danimarca (-0,6%), Francia (-0,8%) e Portogallo (-1,9%).