EUROLANDIA: DISOCCUPAZIONE INVARIATA A LUGLIO

5 Settembre 2000, di Redazione Wall Street Italia

A luglio 2000 il tasso di disoccupazione in Eurolandia è fermo al 9,1% rispetto a giugno. A luglio 1999 era al 9,9%.

Nell’intera Ue il dato mensile scende dall’8,4 all’8,3%: è un netto miglioramento rispetto allo stesso mese di un anno fa, quando la percentuale di disoccupati era del 9,1%.

La Spagna resta il Paese con il tasso più alto (14,2% a luglio, in crescita rispetto al 14,1% di giugno).

Per l’Italia i dati si riferiscono ad aprile: 10,7% contro il 10,8% di marzo.Seguono Francia (9,6% a luglio) e Finlandia (9,4%). In Germania la percentuale dei senza lavoro è rimasta
invariata all’8,4%.

Tra i Paesi che contano più disoccupati con meno di 25 anni l’Italia è in testa con il 30,8%. Il tasso di disoccupazione più basso è stato registrato in Lussemburgo, seguito da Olanda e Austria.

Eurostat, Istituto di statistica europeo che ha diffuso il dato, rileva come negli ultimi dodici mesi tutti i Paesi presi in esame abbiano comunque ridotto il proprio numero di disoccupati.