EURO: DIETRO LA MINI-RIPRESA LE BANCHE CENTRALI?

4 Maggio 2000, di Redazione Wall Street Italia

Prima un tonfo a 0,8849 dollari, nuovo minimo storico; poi una ripresa giocata nell’arco di 20 minuti fino a quota 0,8952: per l’euro la mattinata europea, fin qui, è stata ricca di emozioni.

Queste escursioni così marcate hanno tuttavia fatto sospettare un intervento da parte delle Banche centrali a sostegno della moneta unica.

Scontata la raffica di “no comment”: il primo è venuto dalla Bce (Banca centrale europea), mentre negli ultimi minuti anche la Bundesbank (Banca centrale tedesca) ha rifiutato di commentare i rumour.

Da Londra gli operatori parlano di una possibile discesa in campo anche della Banca nazionale svizzera.

Alle 11,30 ora italiana l’euro è a quota 0,8917 dollari. Un euro vale 1936,27 lire. Un dollaro, a questi valori, 2171 lire.