EURO, APERTURA IN FLESSIONE

25 Maggio 2000, di Redazione Wall Street Italia

Apertura in flessione per l’euro sui mercati europei, dove viene indicato a 0,9011 dollari, rispetto ai 0,9095 di ieri nel finale e ai 0,9098 della Bce (Banca centrale europea). Un euro vale 1936,27 lire.

La moneta unica aveva mostrato un certo rallentamento sui mercati asiatici, per confermarsi cauto dopo la diffusione dei dati sull’andamento del pil (prodotto interno lordo) francese nel primo trimestre, cresciuto meno delle aspettative di alcuni analisti.

Il mercato attende la riunione della Bce; una riunione virtuale, che si svolgerà quest’oggi in videoconferenza e per questo apparentemente destinata a non produrre particolari decisioni, salvo smentite. Una possibilità è che i banchieri centrali abbiano di fatto già deciso.

I tassi di interesse di Eurolandia sono attualmente al 3,75%. La debolezza dell’euro, il caro-dollaro e il caro-petrolio stanno importando inflazione e questo spinge per un aumento del costo del denaro. Gli analisti sono divisi, anche se la maggioranza non si aspetta un aumento in questa fase.